Lo yoga si deve adattare alle persone… ma …

  L’insegnamento dello Yoga e della Meditazione è senza tempo ed universale, sono strumenti per lavorare con la nostra mente, ma è necessario capire che questi strumenti ci sono pervenuti tramite una cultura con valori che sono molto differenti da quelli  occidentali, da ciò  nasce la necessità di adattare l’insegnamento della pratica… Ma se è importante che lo yoga e … Continua a leggere

Le 4 Nobili Verità: Cattari Ariya Saccani

Enunciate nel Primo Sermone del Buddha dopo il Risveglio nel parco delle Gazzelle a Benares, costituiscono il fondamento della dottrina  e del modo di pensare del Buddha. Sono accettate da tutte le scuole. (continua a leggere) *** Articoli correlati: il Buddhismo indiano,La mente nel Dharma#7, Pratitya Samutpada, Skandha, Scheda Tecnica n.1

Solo su un’alta roccia…

[… ] solo su un’alta roccia che torreggia in alto al di sopra degli spruzzi e del tumulto delle onde io posso incidere il dharma. questa legge è però qualcosa di più che il mero fiato di parole parlate. lungo la strada sull’erba non lascia impronte per rimarcare il suo passaggio. è come un fiore nato nella terra del mio … Continua a leggere

Cosa sappiamo della mente?

  Un momento…solo un momento… È possibile identificare la mente? Troviamo un luogo in cui possiamo trovare una qualità che ci permette di dire che quella cosa è la nostra mente? A volte ci può sembrare che la nostra mente sia una particolare zona all’interno del corpo (testa, cuore) ma poi all’improvviso sentiamo che si sposta è: sopra, sotto a … Continua a leggere

Patanjali – Yoga Sutra, Aforisma 4.20

Aforisma– 4.20 – Ekasamaye chobhayanavadharanam Simultaneamente “uno-solo”, la certezza di cogliere nello stesso tempo la non –percezione dell’uno e dell’altro. Patanjali, Yoga Sutra,Quarto Libro Kaivalya Pada , La Via della libertà *** N.B.: Questa interpretazione è personale e NON vuole essere né una traduzione né un commento, in quanto non sono una specialista in sanscrito, si tratta di una tappa lungo il mio … Continua a leggere

Maha-Samana-Prànâyâma…

Un Prànâyâma equilibrante L’efficacia del Prànâyâma dipende dall’ascolto, solo questo è il modo per cui può emergere il respiro naturale, profondo e senza condizionamenti venendo così a crearsi le condizioni per una qualità del silenzio diversa….(continua a leggere) *** Articoli correlati: Yoga, stress e respirazione, Il respiro – la risonanza profonda che anima lo Yogi, Kapalabhati – un esercizio di respirazione … Continua a leggere

101 Storie Zen: 56. Il vero sentiero

 Subito prima che Ninakawa morisse, gli fece visita il maestro di Zen Ikkyu. «Devo farti da guida?» domandò Ikkyu. Ninakawa rispose: «Sono venuto qui da solo e da solo me ne vado. Che aiuto potresti darmi?». Ikkyu rispose: «Se credi veramente che vieni e che vai, questo è il tuo errore. Lascia che ti mostri il sentiero dove non si … Continua a leggere

Il dire dei giorni crepuscolari…

In giorni crepuscolari, di un dire-crepuscolare incontrai un Maestro e la sua peculiare-pratica.  Quale ringraziamento sarà mai possibile per chi ti ha insegnato un cammino così caratteristico? E’ possibile ringraziare? Ho incontrato il mio Maestro Franco Bertossa 23 anni fa…e da allora quante volte è accaduto di sedermi sullo zafu sofferente quando solo il flusso del respiro era dolore puro … Continua a leggere