Un filo lungo migliaia di anni

gerard blitz_4238Lo Yoga è un mezzo che ci permette di migliorare la qualità della nostra vita. Lo Yoga è concreto, chiaro e preciso. Non vi è alcun mistero nella sua pratica. Sappiamo che facendo certe cose noi otteniamo certi effetti. La scienza moderna conferma ciò che avevano intuito i grandi maestri del passato.

Essenzialmente lo Yoga porta equilibrio nelle funzioni del nostro corpo. Eʼ attraverso lʼequilibrio fisiologico che creiamo le condizioni per lʼequilibrio psicologico, psichico, di cui noi siamo profondamente mancanti. In più, allʼinizio non si tratta di un sapere, poiché nello Yoga la conoscenza nasce dallʼesperienza. Nello Yoga si scopre ciò che già esiste, sviluppando la coscienza di sé. Lʼunità (Yoga) di cui si parla, riguarda il corpo e il mentale. Noi siamo prigionieri degli automatismi del circuito mentale, della dipendenza dalla memoria. La nostra vita è predeterminata perché le nostre risposte sono predeterminate.

La pratica dello Yoga consiste nel liberarci da questa dipendenza, nel ritrovare la libertà del pensiero e dellʼazione e, per naturale conseguenza, la creatività e lʼamore. Più semplicemente e profondamente, la disponibilità verso gli altri. Bisogna chiarire un malinteso. Appena si dice Yoga, lʼimmagine che si presenta è quella di una persona seduta, le gambe incrociate, gli occhi chiusi. Non è così: Yoga è uno stato.

Ciò che ci rende perplessi di uno stato, è che non può essere imparato; imparato passando attraverso il significato delle parole, attraverso la lettura, lo studio, lʼaccumulazione di un sapere. Uno stato non può che essere sperimentato, essere vissuto. Vedete in che cosa si esprime lʼoriginalità dello Yoga? Non si tratta neanche di isolarsi nello Yoga. Lo Yoga non è una scienza astratta o teorica, ma consiste nello sviluppare, nellʼamplificare e approfondire la coscienza, che è il contrario della dispersione e della confusione.

 Lo Yoga è un pratica aperta che si realizza a partire da ciascun individuo, nel rispetto della sua personalità, della sua struttura fisica. Gli scopi dello Yoga sono degli scopi sociali positivi, che non trovano relazione né giustificazione con atteggiamenti di tipo serioso ed esclusivo. Cerchiamo solo di portare nella vita di tutti i giorni le conseguenze, gli effetti delle nostre pratiche, di essere disponibili a condividere, con chi lo desidera, la nostra esperienza…

Da un articolo del Maestro Gerard Blitz

Un filo lungo migliaia di anniultima modifica: 2015-08-19T21:57:46+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*