Il metodo naturale contro raffreddore e naso chiuso – dal punto di vista dell’Āyurveda

suffimigiQuanti di noi, in questi giorni, a causa dei continui cambiamenti di temperatura sono alle prese con congestione nasale, tosse ecc…Per l’ Āyurveda il raffreddore (pratisyaya) è dato da un accumulo di tossine che il corpo non è riuscito a smaltire adeguatamente.La stagione invernale è quella che vede una predominanza del dosha kapha.

 Di seguito le caratteristiche del raffreddore tipiche di ogni Dosha:

  • Vata: raffreddore con dolori diffusi, specialmente alla testa
  • Pitta: raffreddore accompagnato da naso chiuso, sensazione di bruciore, starnuti secchi
  • Kapha: raffreddore con abbondante secrezione nasale, forte lacrimazione, senso di pesantezza del capo.

 suffumigi con sale e camomilla

  • facendo bollire in una pentola un litro d’acqua, una volta giunta a ebollizione spegnete il fuoco, aggiungete  un pugno di sale grosso integrale, un pugno di camomilla e mescolate. L’acqua così preparata è riutilizzabile per 3 giorni.

suffimigi con olio essenziale –  Eucalyptus

  • aggiungetene alcune gocce, max 5, nell’acqua bollente

Tenendo la testa coperta con un asciugamano in modo da evitare la dispersione del vapore sprigionato dall’acqua calda ispirate i vapori caldi per circa dieci minuti.

Se utilizzate l’olio essenziale respirate  subito i vapori, perché gli oli essenziali sono molto volatili.

Dopo l’inalazione stendetevi sul letto per un poco di tempo e mantenetevi al caldo.

Il momento della giornata consigliato è nel pomeriggio. Alla sera è sconsigliato in quanto con le inalazioni si smuove il muco e questo può rendere la nostra notte particolarmente disturbata.

Prevenzione

prima di andare a letto versate qualche goccia utilizzate dell’olio essenziale su di un panno bagnato e caldo e inalate. Il Kapha si accumula di notte perciò l’inalazione prima di andare a letto previene questo disturbo.

Buona salute.

Il metodo naturale contro raffreddore e naso chiuso – dal punto di vista dell’Āyurvedaultima modifica: 2015-12-02T16:59:58+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*