Lasciare andare …. non vuol dire rinunciare…

fiorema cosa significa veramente?

Lasciare andare non è rinunciare ma smettere di stringere, di voler tenere per sé. E’ questo che facciamo quando vogliamo tenere per noi  un momento di consapevolezza.

La consapevolezza ci attrae perché sono momenti in cui ci sentiamo toccati e per questo  allora siamo tentati come di chiudere una mano attorno a ad essa per trattenerla  e continuare a vivere questo momento unico di relazione con qualcosa che di solito è sfuggente e  difficile da raggiungere.

Allora a  cosa volgere la nostra mente?

la consapevolezza non risponde alle regole del mente calcolante, per trattenerla è necessario tenere la mano aperta e restare nell’osservazione del  sentire il sapore del desiderio di aggrapparsi  e osservare, solo osservare nient’altro.

Se cediamo alla sensazione allora in questo modo è come chiudere la mano  per trattenere ma proprio  questa azione sarà la causa per cui la consapevolezza ci sfuggirà.

Attraverso il costante riconoscimento della sensazione del sapore che impregna la carne, la mente, possiamo accedere ad una mente che non è tirata qua e là dalle circostanze

Ma che cosa riconosciamo realmente?

Sempre e solo la consapevolezza.

Riconoscere la consapevolezza è la prima porta di accesso alla stabilità e lucidità naturale della mente, può iniziare allora un percorso che ci può fare accedere alla mente delle intuizioni profonde.  …

Tutto questo non è facile. No, non lo è perché crediamo che per mantenere l’esperienza della consapevolezza l’unico mezzo sia tenere, stringere, non lasciare andare.

Questa è un’idea che  può incrinarsi solo se avviene un cambiamento dall’interno e lo Yoga e  la Meditazione sono lo strumento utile per farlo.

ogni inspiro è un nuovo inizio,
ogni espiro è lasciar andare

Lasciare andare …. non vuol dire rinunciare…ultima modifica: 2017-07-23T16:11:15+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*