I 12 Principi del Buddhismo

di Christmas Humphreys  Christmas Humphreys (1901-1983) fondò la Buddhist Lodge of the Theosophical Society che nel 1926 divenne Buddhist Society. Il percorso di C. Humphreys avviene interamente all’interno della Theosophical Society (fondata dalla H.P. Blavatsky e da H.S. Olcott), si rende grande divulgatore di D.T. Suzuki e di A.P. Sinnett . I “Dodici principi fondamentali del buddhismo” furono redatti dalla … Continua a leggere

Il nobile Ottuplice Sentiero: Asta Aryamarganga

E’ il sistema lasciato dal Buddha per indicare gli otto punti che costituiscono la Via da lui proposta per raggiungere il Risveglio e liberarsi da duhkha (la sofferenza). Viene rivelata nella 4^ Nobile Verità.  (continua a leggere)  . *** Articoli correlati:il Buddhismo indiano,La mente nel Dharma#7, Pratitya Samutpada, Skandha, Scheda Tecnica n.1, Le 4 Nobili Verità: Cattari Ariya Saccani

Le 4 Nobili Verità: Cattari Ariya Saccani

Enunciate nel Primo Sermone del Buddha dopo il Risveglio nel parco delle Gazzelle a Benares, costituiscono il fondamento della dottrina  e del modo di pensare del Buddha. Sono accettate da tutte le scuole. (continua a leggere) *** Articoli correlati: il Buddhismo indiano,La mente nel Dharma#7, Pratitya Samutpada, Skandha, Scheda Tecnica n.1

Pratitya-Samutpada: La Produzione Condizionata

E’ la dottrina buddhista che spiega come i fenomeni-fisici nascano e si condizionino in mutua-relazione. Si tratta di un’analisi dell’ordine d’interdipendenza dei fenomeni suddivisa in dodici-aspetti, le cui interazioni determinano l’esistenza. Il Buddha comprese queste interazioni nel momento della sua illuminazione. (continua a leggere) *** Articoli correlati: il Buddhismo indiano,La mente nel Dharma#7, le parole del Buddha, Skandha: gli elementi fisici e … Continua a leggere

Skandha: gli elementi fisici e mentali…

Nel buddhismo si parla di cinque Skandha , o aggregati, per indicare gli elementi fisici e mentali che si combinano ad ogni istante per dar vita a tutti i fenomeni dell’universo. I cinque Skandha si combinano l’un l’altro e producono la vita che sperimentiamo. Sono fattori impermanenti e privi di soggettività. (continua a leggere) ***  Articoli correlati: il Buddhismo indiano,La … Continua a leggere

Le parole del Buddha…

  Il Buddhismo è nato in India in un’epoca di grande rinnovamento spirituale. Dopo la morte del Buddha (480 circa a.C) il buddhismo prese a diffondersi in tutta L’India ramificandosi in numerose scuole. Tutte le scuole accettano i Principi enunciati dal Buddha Sakyamuni: Le 4 Nobili Verità (Cattari Ariya Saccani) L’Ottuplice Sentiero (Asta Aryamarganga) la suddivisione dei cinque aggregati (Skandha) … Continua a leggere

Il Sutra del Diamante:

 Vajracchedikā-prajñāpāramitā-sūtra  (frontespizio che apre l’antico manoscritto originale del sutra del diamante) […] Come una stella, un difetto visivo, una lampada, un gioco di prestigio, la rugiada, una bolla d’acqua, un sogno, un lampo e una nuvola: vedi così tutti i fenomeni composti [continua a leggere]

Il Buddhismo indiano…

Il buddismo indiano nel corso dei secoli si è diviso in tre grandi scuole: Hinayana, si tratta della Via monastica, persegue una morale rigorosa per aggiungere la “liberazione personale”; il Mahayana, che si rivolge sia a laici che a religiosi e che si basa sull’altruismo; e infine una parte del Mahayana, il Vajrayana (buddismo esoterico) in cui si ritrovano l’etica … Continua a leggere