Il principio Ayurvedico del Mala-Navaratna o…

 collana dei Cakra-Navaratna Navaratna termine sanscrito che significa: Nava=9 Ratna=gemma Mala=termine sanscrito che significa ghirlanda o rosa. E’ chiamato anche rosario (vedi Japa Mala) I testi ayurvedici (vedi Yoga e Ayurveda) affermano che il corpo umano è formato da 9 componenti (Dhatu): carne, capelli, pelle, sangue, ossa, midollo, grasso, seme, e forza vitale. Nel Tantra Sara, uno dei testi Tantrici più … Continua a leggere

l’utilizzo dei mantra…

Si deve capire l’utilizzo di base dei mantra, o sacre sillabe, secondo gli insegnamenti del buddismo. Il mantra non è affatto un incantesimo magico utilizzato al fine di ottenere poteri psichici a fini egoistici, come l’accumulo di ricchezza, il potere sugli altri e la distruzione dei nemici. Secondo la dottrina buddista, tutte le pratiche tantriche, come le visualizzazioni, lo hatha-yoga … Continua a leggere

per chiudere gli occhi…

ed essere solo il suono del mantra… L’infanzia in Nepal, le violenze del padre, la fuga in monastero.Storia della monaca buddista che si batte per i diritti delle donne.Ci sono tanti modi per lottare. E Any Choying, monaca buddista e divulgatrice eccezionale della sua causa, è riuscita a diventare una cantante famosa nel mondo usando la sua voce in favore … Continua a leggere

Japa Mala…

 per Mala s’intende il rosario degli Induisti e dei Buddisti Serve a contare la ripetizione dei mantra, (formule sacre). Ogni perla rappresenta una ripetizione del mantra, questa pratica è chiamata Japa-mala. Fin dai tempi antichi i materiali più utilizzati per i Mala sono stati: il legno di Sandalo, bacche di Rudraksha e palline di Tulsi (in India il Tulsi è … Continua a leggere

vibrazioni…

il suono e la psiche…  Se avete  ascoltato dei canti gregoriani, gospel in una chiesa o dei monaci tibetani ripetere preghiere o mantra avrete notato che ne segue un momento di silenzio profondo, intenso…, il  suono che ha preceduto ha dato potenza e forza per non spaventarsi davanti al senso profondo del silenzio … Questa pratica è chiamata Japa-Yoga, ed … Continua a leggere

Mantra…la parola limite di estrema potenza…

Mantra è un termine di estrema potenza. Si tratta di una pratica estremamente seria perché nasconde una potenza in sé. Ci sono tanti modi di praticare il mantra: pronuncia rapida di una quantità (es.: un milione) di ripetizioni di un certo mantra; metodo, non quantitativo, ma ripetitivo, in modo che diventi quasi il tuo stesso respiro; metodo contemplativo che  è … Continua a leggere

Una preghiera per il Tibet…

di Bernard-Henry Lévy (filosofo e scrittore francese) – su Corriere della Sera del 4 aprile 2008: […] E’ buona cosa, la mobilitazione in favore dei Tibetani. E’ proprio un’ottima cosa. Ma cosa pensare della Birmania dove lo stesso genere di soldatesca, sostenuta dallo stesso potere cinese, non ha disarmato, per quanto ne sappia, e di cui nessuno parla più? Cosa pensare … Continua a leggere