… la nostra cultura

Citazione

  le nostre esperienze, le nostre ricerche hanno terribilmente limitato la nostra visione…

8adf24fbb4bcf07fc369a787c1000dfb.jpg

KAUSCHIK (1926-1981)

Nacque in India nel 1926 è morto in Italia a Todi nel 1981. Laureatosi in medicina si dedico in seguito all’omeopatia. La ricerca sul significato della vita e della morte lo aveva appassionato fin dagli anni della sua adolescenza. Deciso a scoprire la verità e deluso dalle su e attività politiche intellettuali e sociali, abbandonò ogni altro impegno per dedicarsi completamente alla meditazione mettendo da parte ogni pratica precedentemente seguita.

***

  … La nostra cultura, le nostre esperienze, le nostre ricerche hanno terribilmente limitato la nostra visione. Guardiamo con una tale superficialità! Ma potete lasciarvi alle spalle le vostre esperienze e mettere da parte il passato? Potete guardare la totalità della vita con una intensità, una passione che non siano semplicemente dirette dal vostro tornaconto o dalla vostra ricerca del piacere? Potete guardare quello che vista di fronte, di qualunque cosa si tratti, senza chiudere gli occhi se quello che vedete non vi piace? Se la psiche non verrà preparata in questo modo non sarete in grado di percepire qualcosa che oltrepassa la mente pensante. Non vedrete nulla che va oltre le costruzioni del piacere e del dolore e che è aldilà di quel vostro piccolo mondo che avete creato scegliendo solo quello che preferite.

Se guardate sul serio, allora guardate al di là delle vostre interpretazioni, aldilà delle vostre immagini, aldilà delle vostre esperienze. Allora, osservando qualsiasi cosa vi stia di fronte, vedreste non un vostra interpretazione ma la cosa in sé stessa, la cosa così com’è. E la cosa in se stessa è quella realtà assoluta che voi avete sempre cercato. Ora vi chiedo: potete portare questa verità nella vostra vita?…

tratto da: La lunga notte dell’anima,  pag. 12

R.P. Kauschik, Edizioni: Aequilibrium