Sentire la pratica come VIA …e

 percepirla come amico..

012.JPGVivere nel mondo comporta il fatto che la mente si trova a doversi confrontare con molte esperienze … se queste esperienze vengono vissute come momenti di pratica e di conoscenza della mente stessa è possibile avere un notevole aiuto nella gestione delle situazioni quotidiane…ma perchè possa accadere il passaggio della pratica nel quotidiano, è necessario, sempre dal mio punto di vista, inoltrarsi profondamente sulla VIA della conoscenza di noi stessi attraverso la disciplina esperienziale dello Yoga e della Meditazione…Per approfondire non basta frequentare dei corsi ma è necessario fare anche dei ritiri…

Sentire la pratica come Via e percepirla come un amico che possiede maggiore saggezza e capacità pratiche di noi e che quindi, come un buon amico, ci tende la mano in modo molto molto concreto…è un cammino lungo, tortuoso e senza termine …

Viene da chiedersi: “perchè farlo?”

***

immagine fonte: L.S.2009, Abbazia di Farfa – Rieti

Sentire la pratica come VIA …eultima modifica: 2010-05-07T08:20:00+02:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *