Se davvero cambiare non è questione …

 solo di un attimo…!

tao te ching

Fare le cose quando devono essere fatte… questione  solo di un attimo… spesso però si tende a mantenere uno, due o più cose da fare e le si rimanda portandole avanti per giorni, perché ci infastidisce farle subito…  poi un giorno le facciamo e … siamo lieti e stupiti dalla facilità con cui le abbiamo fatte, così ci accorgiamo come nella vita ci siano cose semplici che è possibile fare subito ed è un peccato rimandare …

Avanzare su un cammino di ricerca spirituale chiede di lasciare andare  una certa tendenza abituale dei nostri pensieri …e questo ci appare sempre  molto difficile…ma in realtà è questione solo di un attimo… Per esempio ci diciamo: “se facessi più yoga, se praticassi di più la meditazione inizierei una vera e propria ricerca interiore…”  ma non lo facciamo …rimandiamo per …condizioni più propizie che sembrano non esserci mai…: o si è  troppo stanchi o non si ha abbastanza tempo, oppure si deve aspettare che determinate situazioni familiari si trasformino… e poi come fare se il proprio compagno non è un praticante?… e intanto il tempo passa…

Ricordo di aver letto di un Maestro che esortava i suoi allievi con queste parole:

“Meditate ora che siete giovani e in salute. Non aspettate quando sarete  vecchi e tremanti, perchè ora è più facile sedere in meditazione  e riuscire a concentrarsi… e ogni meditazione porta un poco più avanti nella pratica… “

La meditazione è per me il cuore della pratica e, naturalmente, ho meditato, ma avrei voluto fare di più e avere più tempo per meditare ogni giorno (un’ora o più) ma vi è stato un periodo che trovandomi a fronteggiare un quotidiano incalzante, o condizioni familiari non propizie o per stanchezza, il più delle volte rimandavo trovando così molti pretesti per convincermi che non potevo praticare in quelle condizioni…

Mi sembrava che praticare lo Yoga o la Meditazione avessero più effetto nel momento in cui non ero stanca o le condizioni attorno a me fossero più adeguate…questi argomenti mi sembravano molto veri e validi…così per qualche tempo misi da parte il cuore della mia pratica ma questo mi fece molto male, mi spezzò il cuore… La malinconia che mi attanagliava mi lanciò una sfida che, anche se mi sembrava difficile da superare,  raccolsi dicendomi: beh è lo stesso, inizio da oggi!

Smisi di rimandare, feci piccoli cambiamenti nella mia vita, molto piccoli: parlai con i miei familiari, imparai che una cena troppo pesante disturba la meditazione ed allora iniziai con cene più leggere… piccole cose ma tutte fattibili… con il tempo ho capito che il rimandare in attesa di una migliore condizione non avverrà mai e che a prescindere da tutto il cuore della mia pratica  è comunque sempre possibile…!

[…] Ciò che è calmo si mantiene facilmente

Ciò che non è ancora apparso si previene facilmente

Ciò che è fragile fonde facilmente

Ciò che è minuto si disperde facilmente,

Agisci prima che qualcosa sia; crea l’ordine prima che ci sia disordine

Un albero dello spessore di due braccia è nato da un pezzetto di filo; una torre di nove piani è uscita da un mucchio di terra: un viaggio di mille leghe ha inizio da ciò che sta sotto i piedi […]

Tratto da: Tao–Te-Ching, aforisma LXIV

***

Articoli correlati:  Yoga contro corrente, Il dire dei giorni crepuscolari, cosa sappiamo della mente?, l’albero dei desideri, sul maestro,le 5 funzioni essenziali per l’essere umano, il corpo la mente, i pensieri…, l’affidarsi con il cuore alla consapevolezza

Immagine:  (dipinto cinese sec. XVII)

Se davvero cambiare non è questione …ultima modifica: 2013-03-08T06:02:00+01:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *