Formazione all’ascolto profondo….


ioApprendere come iniziare un nuovo rapporto di conoscenza a livello fisico con il corpo, in modo da capire come situare la tecnica inizia con âsana .

âsana ci riporta immediatamente ad una relazione con il corpo, che diventa campo di esperienza.

Non appena ci viene detto il nome di una postura la nostra mente ci impone l’immagine finale ideale dell’âsana .La mente è impaziente per natura, ma in questo modo viene oscurato il processo di apprendimento attraverso il ritmo lento del corpo.

Il corpo, ha una saggezza propria, antica, con la quale si può entrare in relazione. Il rispetto del corpo nello yoga richiede una totale presenza al movimento naturale.

Quando sentiamo i punti di sostegno, le linee di forza che ci attraversano siamo presenti in tutto il corpo fino alle sue estremità. Così il corpo ci mostra la sua intelligenza, si fa più docile e sa come adattare ad una postura, se necessario, in modo da restare nella posizione in modo naturale e senza sforzo.

Il Prânâyâmah unito ad una pratica in ascolto di âsana fornisce la giusta energia per mantenere a lungo Dhyânam la posizione seduta di meditazione

La prima Yama – Ahimsâ

2.35 – ahimsa-pratishthayam-tat-sannidhau-vaira-tyagah

“Non si può imporre il proprio punto di vista agli altri. Non si può fare violenza a chi ci circonda. Bisogna rispettare,ammettere la diversità di tutti gli individui e di tutte le cose”.

(il commento al sutra è del Maestro Geard Blitz) Yoga-Sutra, Patanjali, Secondo Libro, Sàdhana Pâda,  La Via della strategia ,Yamas Ahimsâ

Formazione all’ascolto profondo….ultima modifica: 2018-01-12T15:34:45+01:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *