Scheda tecnica n.14.3

posture di rafforzamento generale… Queste posture sono molto efficaci al livello del rafforzamento, ma sono fisicamente abbastanza esigenti, poiché chiedono un certo sforzo: dunque, praticate in modo progressivo, e nel tempo ne vedrete gli effetti.  Fate molta attenzione nel farli correttamente. Siate molto presenti a voi stessi anche, per evitare cadute o movimenti falsi. (continua a leggere)       … Continua a leggere

Scheda Tecnica 14.2

 Posture e varianti per rinforzare gli addominali e il tronco     Il lavoro muscolare per rinforzare non richiede ai muscoli di accorciarsi per lavorare, anche se si lavora in contrazione.  Questo tipo di rafforzamento agisce sui muscoli in profondità e deve essere seguito da un profondo rilassamento  (continua a leggere). Buona Pratica! 

Scheda Tecnica 14.1

Le varianti sono un buon mezzo per introdurre una diversificazione nel lavoro con le asana, in questo modo le mobilizzazioni diversificate delle articolazioni rendono le posture più complete. Praticare con gradualità, è ciò che maggiormente permette di progredire più efficacemente. Le posture eseguite troppo intensamente non sono la porta dell’ascolto del corpo anzi possono far aumentare i nostri dolori fisici. … Continua a leggere

Da che cosa il mondo è avvolto?

1682948426

  [Ajita:] Da che cosa il mondo è avvolto? A causa di cosa non risplende? Da cosa è reso impuro? Dimmi. Cosa sono il grande pericolo e la grande paura? [Il Buddha:] Dall’ignoranza il mondo è avvolto. A causa della sua avidità, e della sua disattenzione, che non risplende. Dall’invidia è reso impuro – ti dico. Il dolore e la … Continua a leggere

Scheda Tecnica 13.3

combattere l’insonnia le posture dello Yoga…#3  La pratica dello Yoga ci chiede di coinvolgere il corpo e la mente l’Hatha-Yoga ci prende a partire dal corpo partendo dall’esperienza del corpo e del respiro… ma perché questo avvenga è necessario passare attraverso il ritmo profondo di asana…(continua a leggere)  Buona pratica! *** Schede correlate: Scheda Tecnica 13.1, Scheda Tecnica 13.2

Scheda Tecnica 13.2

 combattere l’insonnia la regolazione del respiro…#2  Distendetevi sul letto, piegate le gambe mantenendole in una posizione comoda, inizialmente non chiudete gli occhi lasciate che questo accada naturalmente. Adagiate una mano sullo sterno e l’altra sull’addome (appena sotto l’ombelico)… Respirando con il naso… fate alcuni profondi respiri…silenziosi…(continua a leggere) Buona pratica! *** Schede correlate: Scheda Tecnica 13.1, Foto via: yascovicci

Scheda Tecnica n.7.3

 Lo Yoga e i problemi della schiena: la sciatica  Per poter fare Yoga e Meditazione avendo problemi di sciatica occorre conoscere molto bene i segnali che provengono dal corpo. Solo in questo modo sarà possibile saper gestire la pratica utilizzandone tutti gli accorgimenti e i supporti proposti che questa particolare situazione richiede…senza un attento ascolto delle indicazioni provenienti dal corpo non sarà possibile contribuire ad un miglioramento  (continua a … Continua a leggere

Scheda Tecnica n.13.1

combattere l’insonnia…stabilizzare corpo-respiro e mente #1   Tutti abbiamo bisogno di un buon sonno, di un sonno rigeneratore …si tratta di una parte molto importante della nostra vita per sentirsi in forma e pieni d’energia durante il giorno… Il fatto è che a volte il sonno è disturbato e le cause possono essere diverse (continua a leggere) e ancora… Articolo … Continua a leggere

Il Maestro Dzogchen: Chögyal Namkhai Norbu

norbu

Nato a Derghe, in Tibet orientale nel 1938, Chögyal Namkhai Norbu fu riconosciuto alla sua nascita come reincarnazione di un celebre maestro della tradizione Dzogchen. Nonostante la giovane età, verso la fine degli anni cinquanta era già noto come profondo conoscitore della cultura tibetana di Dzogchen e grande Maestro spirituale. La sua fama in India e in Tibet ebbe una … Continua a leggere

Le 3 fasi della respirazione Yoga#2

 La scoperta della respirazione toracica#2   Dalla Posizione di Vajrasana (vedi scheda tecnica n.6.1) inclinatevi in avanti adagiando le mani davanti alle ginocchia con le dita aperte e orientate un poco verso l’interno Cercate una buona stabilità della posizione. La respirazione deve essere: lenta, profonda, non frammentata… La testa , quasi ferma, non rigida viene coinvolta leggermente… (La respirazione: addominale … Continua a leggere