Lentezza e sensibilità che si combinano nel respiro…

0xKcQ6amcqzllxjyA5RU8CzHo1_400

Per permettere al prâna di fluire liberamente nel corpo, senza ostacoli, occorre coinvolgere i ricevitori sensibili quando la corrente dell’aria passa sulle mucose. Prima di respirare con i polmoni respiriamo con le narici e la lingua. La sensibilizzazione e la consapevolezza  di questo passaggio comporta un utilizzo radicalmente diverso del respiro. Provate ad immaginare che il respiro sia come un … Continua a leggere

A partire da te che leggi 2

Sabbia del deserto del Kalahari al microscopio. campo di illuminazione scuro.

(cristalli di sabbia) La meditazione:assorbirsi in se stessi permanendovi a lungo Come già abbiamo constatato nell’articolo precedente (A partire da te che leggi 1) lo sforzo costante tende ad indebolirci. Dobbiamo quindi imparare a di-stendere, a lasciare andare. Lo Yoga chiede di abbandonare lo sforzo: questo è uno punti della sua efficacia: calma la mente, induce  concentrazione ed equilibrio emotivo … Continua a leggere

L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – l’arrivo dell’estate#6

ESTATE 6

Siamo nel cuore dell’estate, la natura esala potenti aromi dalle piante messe a dura prova dal forte sole. L’elemento Fuoco è al suo culmine. Questo caldo intenso, che il nostro corpe assorbe fa  aumentare al nostro interno il dosha Pitta che ci porta a divenire più inclini agli eccessi  per esempio con l’eccessivo perfezionismo, oppure con forti emozioni come passione … Continua a leggere

L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – Fine primavera e inizio dell’estate: il passaggio al Dosha #5Pitta

ESTATE 5

Questo periodo corrisponde al passaggio al Dosha Pitta. Nel mese di maggio, il torpore invernale lascia sempre più  spazio al  sole. Le temperature cominciano ad  aumentare … L’elemento del fuoco il dosha Pitta si afferma sempre di più tende ad accumularsi.I disturbi che il Dosha pitta può portare sono: irritabilità,impazienza, rabbia, intolleranza,  problemi della pelle (orticaria e eruzione cutanea), iperacidità … Continua a leggere

Il Prāṇā

Peacock-70_25

Prāṇā non è solo energia sottile Prāṇā è anche intelligenza Si può dunque parlare di saggezza del corpo di intelligenza cellulare del corpo: Prāṇā è questa energia intelligente al di là della nostra volontà profonda intuitiva che funziona a un ritmo molto lento molto lento E’ legata al “silenzio” è legata all’immobilità Tutta la pratica dello Yoga è entrare sempre più nell’esperienza … Continua a leggere

Le asana dello Yoga per la Meditazione – scheda tecnica n. 35 – Urdhva Prasarita Padasana

35

L’atteggiamento Conservate sempre lo spirito dell’ascolto in asana che significa attenzione alla porta che si apre sugli effetti. Praticate sempre con  l’attenzione sulla relazione tra respiro e movimento, cercando il momento in cui vanno insieme Entrate in asana con progressività. Soffermatevi quando l’immobilità diventa sospensione in asana.. assaporate il cambiamento dei rapporti con la gravità Occorrente per poter praticare: trovate un … Continua a leggere

L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – l’arrivo dell’inverno#4 – il passaggio dall’inverno alla primavera

Diapositiva20

Per terminare la stagione invernale con la lucentezza dell’inizio della primavera…. In autunno, il Vâta dosha rende sensibili al vento, al freddo e allo stress e, al termine della stagione invernale il Kapha dosha progressivamente si è accumulatoPer rilanciare l’energia che si è assopita vi propongo due esercizi che risvegliano il corpo.Con le lunghe notti invernali e il tempo piovoso, … Continua a leggere

Il processo del respiro all’interno di āsana

il respiro ha un proprio percorso di sviluppo all’interno dell’azione di tutte le āsana.  Il primo passo da fare nella pratica degli āsana è il collegamento della mente al movimento e respiro. Livello di pratica: introduzione prendiamo per esempio Bujangāsana (il cobra) tracciamo alcune delle fasi preliminari del respiro che accompagna l’azione dell’āsana:   stabilire un legame astratto come prima … Continua a leggere

Non come ampliare il respiro ma come approfondirlo…

tadasana respiro

Quando propongo il Prânâyâmah nella nostra pratica l’obiettivo  non è come ampliare il respiro ma come approfondirlo, per questo è necessario concentrarsi sulla conoscenza ed esplorazione del proprio respiro. Questa è anche la chiave per svelare il rapporto fra corpo, respiro, mente e Dhyâna  (la meditazione) Un progressivo rallentamento del respiro lo approfondisce e lo semplifica. Per fare questo dobbiamo riconsiderare … Continua a leggere

âsana ed effetti sui Dosha

copertina vpk_asana e dosha

come sviluppare l’atteggiamento che può modificare gli effetti della postura Quali sono gli effetti delle âsanasui Dosha? A questa domanda, troverete varie risposte. Non c’è una risposta univoca perché tutto dipende da quale intenzione sviluppiamo nella pratica di âsana. L’intenzione può alterare significativamente gli effetti della postura E’ possibile praticare un’ âsana per calmare ed equilibrare un determinato Dosha se conosciamo come … Continua a leggere