Vorrei, o meglio a volte sogno…

una societa’ in cui la maleducazione non sia la regola… Articolo CdS del 10/05/2010: Mozziconi in strada, degrado e vergogna. Primo: evitare di gettare rifiuti, cartacce e mozziconi per strada. È un segno di civiltà (continua a leggere)         una serranda abbassata e…subito diventa una discarica…perchè?  

La morte e il morire…

Se tutti ci impegnassimo davvero a riflettere sulla nostra morte, ad affrontare le inquietudini che ci crea l’idea di questo evento e ad aiutare gli altri a familiarizzarsi con tali pensieri, forse ci sarebbero meno tensioni distruttive intorno a noi. Elisabeth Kubler-Ross *** Articoli correlati: Un gesto estremo,  La morte e il morire Immagine Via: marr-tb

Samādhi…

 dello specchio del tesoro […] Domanda e risposta coincidono esattamente, Questo è intimo con l’origine, Familiare con la Via. Se lo si mescola lo si realizza. Nasce la felicità, Ma non deve sussistere Il minimo errore. E’ innocente e misterioso, Non è né illusione né illuminazione. La legge di interdipendenza si realizza Nel silenzio e nella chiarezza del cuore.[…] continua a … Continua a leggere

Scheda Tecnica 15.3

A livello fondamentale, le posizioni di yoga migliorano ed aumentano la capacità di respirare completamente e facilmente. Quando respiriamo completamente, la cisterna di Pequet (principale serbatoio di linfa del corpo) è stimolata dalle contrazioni dei muscoli addominali vicini. Si produce allora come un effetto d’aspirazione che genera il movimento del liquido linfatico nei vasi linfatici toracico. Portando l’attenzione sulla posizione di … Continua a leggere

Mandukya Upanishad

 […]  Si considera come quarto (modo di essere) quello che è privo d conoscenza delle cose interiori,privo di conoscenza delle cose esteriori, privo della conoscenza di entrambe. Esso non è costituito soltanto di conoscenza, non è conoscitore né non conoscitore. Esso è invisibile, inavvicinabile, inafferrabile, indefinibile, impensabile, indescrivibile, ha come caratteristica essenziale di dipendere soltanto da se stesso; in esso il … Continua a leggere

Il filo del sacro/della spiritualità…

giorno per giorno… Il testo della Bhagavad-Gîtâ incoraggia a vivere ogni momento della vita interamente, nella consapevolezza del sacro Discorso IX, La sapienza suprema e nascosta, sloka 26 “Io mi cibo di tutto ciò che mi viene offerto con devozione da chi ha la mente pura: un petalo, un fiore, un frutto, dell’acqua” e Discorso XII, Bhakti Yoga,  sloka 2:  “Coloro … Continua a leggere

Dietro la parola…

da: Corriere della Sera  11 marzo 2010  intervista ad Alessandro Bergonzoni – Dietro la parola […] c’è bisogno di un teatro che non sia tutto economia, cronaca, politica, parodia. Ci vorrebbe un po’ di prevenzione mentale. E come è possibile farla? “Qualche giorno fa ho incontrato, al teatro Testoni, bambini di 4-5 anni. Ho parlato di invisibile, inguardabile, del nulla, … Continua a leggere

Il potere di Adesso

Eckhart Tolle – Il Potere Di Adesso Pubblicato su Scribd –  Scaricail testo (Dal  social network per la condivisione libera di documenti online Scribd  questo libro da leggere direttamente a video, stampare o salvare…) Eckhart Tolle:  Nato in Germania nel 1948, dove visse fino ai tredici anni, si è poi laureato all’Università di Londra, diventando ricercatore. A ventinove anni una profonda trasformazione … Continua a leggere

Un gesto estremo…

 come quello di privarsi della vita… Se ci guardiamo indietro molto probabilmente molti noi vedono una successione di facce che in questi anni ci hanno lasciato, il dolore per un lutto è difficile da elaborare, ancora di più lo diventa quando si tratta di un suicidio…atto che molto probabilmente può sembrare una forma di rassicurazione, di uscita da un dolore … Continua a leggere