La meditazione non è terapia o fitness dell’anima o della mente

4 PADA

Quando ci sediamo in  meditazione , chiudiamo gli occhi, ci assorbiamo ma per cosa? La meditazione non nasce come via di salute,  molte delle pratiche che oggi vengono proposte come per esempio praticare la meditazione per combattere lo stress, per risolvere il mal di schiena ecc.… ma questo non è l’obiettivo della meditazione. E’ vero che in genere da un … Continua a leggere

Vesak Day!

vesak1

Nel Denkoroku (la trasmissione della luce) di Keizan Zenji, nel primo caso è descritto il risveglio del Buddha nel modo seguente: Shakyamuni Buddha, vedendo la stella del mattino consegui il risveglio . Disse “io, insieme alla grande terra ed a tutti gli esseri senzienti, ho realizzato la via contemporaneamente”.

Lo yoga e i tempi di ascolto

asana1

Nella pratica dell’hatha yoga in ascolto si ritrovano i ritmi più idonei al nostro ritmo-naturale, a partire dal quale è possibile compiere un percorso di ricerca interiore che può essere sviluppato a diversi livelli. In questa pratica sono molto importanti e ne danno il senso: i tempi di ascolto. Se faccio  un movimento questo suscita nel corpo una sensazione, e … Continua a leggere

Che tipo di yoga insegna? Lo yoga che non insegue le mode….

io

E’ questa la domanda che mi rivolgono spesso, ed io rispondo che insegno lo yoga che non insegue le mode. Lo yoga è yoga e basta, non ci sono tanti tipi di yoga, ma piuttosto tante interpretazioni di questa disciplina. Niente sfoggio di abbigliamento yoga, si indossa quel che capita purché sia comodo e ci lasci liberi di muoverci. Non … Continua a leggere

I quattro pilastri della saggezza – Il valore della dottrina di Buddha: modo di vivere#2

copertina

[…] la maggior parte degli uomini, voi monaci, nutre, la voglia, nutre il desiderio, nutre l’aspirazione: “Ah possa diminuire il non bramato, non desiderato, non piacevole, e crescere il bramato, desiderato, piacevole” […] continua a leggere Tratto da: Buddha I Quattro pilastri della saggezza,di K.E. Neumann, e G. De Lorenzo, Ed.Tascabili Newton, 1992. * * * Articoli correlati: Introduzione, I Pilastri, Retta … Continua a leggere

Il  principio della coscienza nell’esperienza materiale

Jina in piedi 100-110 India bronzo

Shiva e Shakti. Nella visione dello Yoga ci sono due bipolarità Shiva e Shakti. Shiva (la Realtà Suprema, lo Spirito, il Testimone, Purusha, Prakṛti, il Veggente) nel linguaggio dell’antico sistema classico indiano è indicato come  la parte maschile. Si tratta della  Prima natura  della coscienza, il Principio della coscienza. Shakti (energia-divina, è ciò che identifichiamo come il sapere che attraversa … Continua a leggere

Paścimottānāsana – Tabella riassuntiva

Articoli correlati: I Vayu, I Dosha, I Cakra, Scheda tecnica n.40, tab riass paschimattanasa (da scaricare)

Come situare la tecnica in âsana ?

1180979046

Quando ci viene detto  il nome di una postura la nostra mente ci impone un’immagine finale ideale di âsana e la mente per sua natura essendo impaziente tende a non soffermarsi, a non rallentare a non ascoltare le voci del corpo. Con asana  siamo riportati immediatamente nella concretezza di una nuova relazione con il corpo, che diventa campo di esperienza … Continua a leggere

I quattro pilastri della saggezza – Il valore della dottrina di Buddha: i pilastri

copertina

[…] la diritta via, o monaci, che mena alla purificazione degli esseri, al superamento del dolore e della miseria, alla distruzione della sofferenza e della pena all’acquisto del giusto, al realizzamento dell’estinzione, è data dai quattro pilastri del sapere. Quali quattro? […] continua a leggere Tratto da: Buddha I Quattro pilastri della saggezza,di K.E. Neumann, e G. De Lorenzo, Ed.Tascabili Newton, 1992. … Continua a leggere

Introduzione allo Yoga Darshana di Raphael

In questi ultimi anni si è parlato spesso, a proposito e a sproposito, di Yoga; anzi, questa parola è stata talmente profanata che oggi se ne diffida persino, anche se poi non si sa esattamente che cosa veramente voglia dire. La parola Yoga deriva dalla radice yuj che denota l’”atto di aggiogare” e, nel nostro caso specifico, risolvere le turbolenze … Continua a leggere