Domande

Punto interrogativo

Upekṣā (equanimità) è una sensazione o un semplicemente  intorpidimento? La mente dell’equanimità è una grande virtù buddhista. Penso sia una potenza primordiale originaria, non mediata dai giudizi del preferire. Nel Parinirvana Sutra è scritto che il Buddha arrivò fino all’ottavo Jhana (stati meditativi) e poi ritornò al quarto e dal quarto (il quarto è quello dell’equanimità) si estinse. Perché ritornò … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Chi vive meglio, chi non pensa mai alla morte o chi ci pensa spesso? Non pensarci forse allontana la morte? Ma il solo pensarci non porta a nulla, non aiuta. Affrontare la questione con una mente preparata alla meditazione, quindi ad un particolare ascolto, ti permette di capirne il significato e aiutarti nel momento inevitabile della tua  morte.

Domande

Cosa è doloroso? Quando C’è qualcosa che non riesci  ad inquadrare, di cui non  non ti fai  una ragione, sei nell’incapacitazione e questo è dolore, e nel dolore bisogna è imparare a starci, Se cominci a recriminare, a interpretare, a preferire, subentra la limitatezza della mente. Mettiti in ascolto c’è una direzione nell’ascolto ed è quella verso  quel nucleo interiore … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

 Il dolore è inevitabile, la sofferenza opzionale? la sofferenza fisica che ci può capitare nella vita non La possiamo evitare: incidenti, malattie,  ecc. Ciò che possiamo cambiare è il  nostro rapporto con essa e cioè con la sofferenza che affligge la nostra interiorità. Cosa vuol dire rapporto? quando ci mettiamo a recriminare per quello che ci capita, sono le delusioni, … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Che senso ha la sofferenza? Come ogni cosa la sofferenza ha un nucleo centrale che è l’incapacitazione di ciò che ci sta accadendo, non ce ne facciamo una ragione, infatti spesso si dice che una persona ha smesso di soffrire perché se ne è fatta una ragione. Ma quando non ce ne facciamo una ragione non riusciamo a smettere di … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Come può aiutarmi la meditazione in vacanza? Che c’entra la meditazione con lo star bene? Nulla! La meditazione è per cadere nel fondo della coscienza, e da qui iniziare un’indagine non sul senso della vita inteso come  “che posto ho, io, nella mia vita” ma sul “senso” che “ha” la vita. Ogni variante da questa tematica non è meditazione, è restate nel … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Cosa significa ritrovare se stessi? In essenza significa entrare in contatto con quell’aspetto “estremamente sottile” “invisibile” ma concreto   che siamo. È una conoscenza  di cui è possiamo farne esperienza attraverso particolari condizioni della mente, cioè quando la mente non è distratta, quando il chiacchierino mentale per qualche momento tace,  allora si può avere il contatto con  quella “coscienza profonda” cioè … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Come risolvere il disagio dell’ansia, conosci qualche strategia mentale? L’ansia può avere varie origini, quindi diventa importante dapprima distinguere da cosa nasce, capito questo ci si può indirizzare su cammini diversi Se si tratta di ansia dovuta ad aspetti  relazionali,  affettivi , di ruolo nella  vita ecc… faresti bene a rivolgerti ad un terapeuta, se è relativa ad un avvertire … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Perché la vita ci sembra sempre più complicata? La vita è movimento, con alti e bassi.  Una situazione che appare complicata, può apparire chiarissima alcune ore dopo, eppure è la stessa situazione. Da cosa dipende? Dal tipo di mente con cui la si affronta. C’è una mente delle emozioni ingarbugliata nell’intrico della vita. A volte si attiva, naturalmente o in … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Cosa fare quando il dolore ti attanaglia? La vita è movimento con alti e bassi e questi sono inevitabili, quindi come navigarci dentro  “liberi “nel dolore? In questo modo  ci interroghiamo direttamente sul nostro “rapporto” con quelle “punte di dolore” che ci feriscono dentro. Si tratta di stare… stare… stare…, su quel dolore per riuscire a “rinunciare ad esso”,  è … Continua a leggere