Proseguiamo nel percorso di conoscenza della  Bhagavadgītā 

arjuna

Il rapporto tra il Sé e il Brahman Il rapporto tra spirito individuale e spirito assoluto è, l’aspetto per il praticante di yoga che rende quest’opera senza tempo.l ‘ambientazione della Gita in un campo di battaglia è stata interpretata da sempre come un’allegoria per le lotte etiche e morali, senza tempo, della vita umana. (continua a leggere Bhagavadgītā ) Undicesimo discorso … Continua a leggere

La pratica dello Yoga con gli occhi chiusi – Perché questo approccio ?

Immagine

Per fare l’esperienza del primo-guardare deve essere coinvolta tutta la persona. Per fare questo è necessario che la nostra attenzione sia totalmente orientata verso l’ambito interiore e con l’attenzione in un ascolto profondo. Da dove cominciare per fare questo? Dal corpo. Si comincia con l’ascoltare il corpo, con il sentirne e conoscerne i ritmi. Questo è il primo passo per mettersi … Continua a leggere

l’utilizzo dei mantra…

Si deve capire l’utilizzo di base dei mantra, o sacre sillabe, secondo gli insegnamenti del buddismo. Il mantra non è affatto un incantesimo magico utilizzato al fine di ottenere poteri psichici a fini egoistici, come l’accumulo di ricchezza, il potere sugli altri e la distruzione dei nemici. Secondo la dottrina buddista, tutte le pratiche tantriche, come le visualizzazioni, lo hatha-yoga … Continua a leggere

Incontrare la mente che intuisce #3

bb

  Cerca di entrare nel denso dell’esperienza della mente silenziata in una lucida calma E permani a lungo raccolto e assorbito in questo silenzio che osserva E poi lancia la tua indagine La coscienza originaria può spegnersi per sempre? e poi aspetta… questa dimensione profonda rilascia un dire con un suo linguaggio… stai attento “la Via dello yoga passa soprattutto … Continua a leggere

Incontrare la mente che intuisce ….#2

bb

Chiudi gli occhi e concentrati attraverso l’arte delle âsana in ascolto Respira seguendo il filo della disciplina del Prànâyâma Calati nella meditazione profonda di te stesso E  poi orienta la tua ricerca specifica Cos’è mente? Cos’è IO? e poi aspetta… questa dimensione profonda rilascia un dire con un suo linguaggio… stai attento Articolo correlato: Incontri#1

Il Karma … da dove?

1670111113

L’uomo da sempre percepisce di essere in balia di eventi dove si sente immerso nell’oscurità del perchè ci accadano determinati eventi, l’oriente ha chiamato questa modalità della vita karma e secondo le varie  scuole  viene declinato in modalità diverse: Karma delle Azioni Karma del Comportamento Karma dello Sforzo Karma presente Karma del futuro Karma delle vite future Karma individuale Karma collettivo Non si può … Continua a leggere

Scheda tecnica n.14.3

posture di rafforzamento generale… Queste posture sono molto efficaci al livello del rafforzamento, ma sono fisicamente abbastanza esigenti, poiché chiedono un certo sforzo: dunque, praticate in modo progressivo, e nel tempo ne vedrete gli effetti.  Fate molta attenzione nel farli correttamente. Siate molto presenti a voi stessi anche, per evitare cadute o movimenti falsi. (continua a leggere)       … Continua a leggere

Incontrare la mente che intuisce ….#1

bb

In meditazione (Dhyāna) percorri a ritroso la sorgente di chi osserva E poi inoltra la tua indagine Cos’è quel che osserva sempre in te e non con gli occhi? Cos’è coscienza? e poi aspetta… questa dimensione profonda rilascia un dire con un suo linguaggio… stai attento Articoli correlati: incontrare la mente che intuisce#2, incontrare la mente che intuisce#3, incontrare la mente che … Continua a leggere

Le asana il passaggio dalla mente dell’azione alla mente dell’ascolto#1

as

Le āsana  sono il punto di inizio di una pratica che si occupa della ricerca interiore, ma la maggior parte delle persone si perde in sequenze piacevoli da vedere perdendo di vista  il senso profondo della Via dello Yoga: il ritorno alla fonte della coscienza.. Le āsana in ascolto  ci schiudono ad aspetti di conoscenza della nostra interiorità che ci sarebbero preclusi … Continua a leggere

Scheda Tecnica 14.2

 Posture e varianti per rinforzare gli addominali e il tronco     Il lavoro muscolare per rinforzare non richiede ai muscoli di accorciarsi per lavorare, anche se si lavora in contrazione.  Questo tipo di rafforzamento agisce sui muscoli in profondità e deve essere seguito da un profondo rilassamento  (continua a leggere). Buona Pratica!