Come il sōzu Genpin lasciò il mondo e scomparve – di Kamo no Chōmei

monk

Hos-shinshū (letteralmente “Raccolta di hosshin“, dove hosshin designa l’aspirazione al distacco dal mondo, che spesso ma non necessariamente si identifica con il sorgere della vocazione alla vita monastica buddhista), una collezione di aneddoti (setsuwa) di cui la tradizione attribuisce la compilazione a Kamo no Chōmei (1153-1216), scrittore e poeta che il breve resoconto autobiografico Hōjōki (Ricordi del mio eremo) ha … Continua a leggere

L’atmosfera dei giardini Zen – video

Immagine

Clicca qui per vedere il video; L’atmosfera dei  giardini Zen) In primavera i fiori di ciliegio D’estate il canto del cuculo D’autunno la luna Poi neve, pura e fredda d’Inverno  Eihei Dōgen ( 1200 –  1253)   

L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – l’arrivo dell’autunno#6 autunno inoltrato e inizio inverno (Vata-Kapha)

Diapositiva16

  Questo articolo completa la pratica dello yoga in autunno proposto poche settimane fa La distribuzione dei Dosha è specifica per ogni individuo e determina la sua costituzione di base (Prakriti = ordinamento naturale,materiale)  e può essere modificata nel tempo, a seconda del clima, del luogo di vita, della dieta, dell’età, delle stagioni, ecc. La costituzione modificata dalle situazioni della vita, si … Continua a leggere

Alla fine scoprirai – poesia

001 - Copia

Alla fine scoprirai che le cose più leggere son le uniche che il vento non è riuscito a portare via. un ritornello antico, una carezza al momento giusto, lo sfogliare un libro di poesie, l’odore stesso che aveva un giorno il vento Mário de Miranda Quintana (1906-1994) Foto: Loredana Sansavini artWorks,  Convento  S. Maria del Paradiso Tocco di Casauria. 2015

Quel vento sei tu…

le poesie quando lasciano qualcosa di profondo in chi le legge portano a raccogliersi in se stessi, ad  arricchirci  dentro e allora  si vive con quel qualcosa in più,,, Quel vento sei tu.. Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per … Continua a leggere

Piero Pelù – Pugili fragili (Official Video) – Siamo tutti “pugili fragili”… –

pugili fragili

Un video e una canzone che fanno riflettere molto, siamo tutti pugili fragili.  L’Hatha-Yoga in ascolto e la Meditazione insegnano come, tramite esercizi fisici (asana) e la ricerca della consapevolezza in meditazione, possano essere di aiuto e riversarsi nella  vita quotidiana per un’esperienza di vita-nuova……….  

La pratica Yoga | Vira Rasa o il Sapore della forza interiore del coraggio

vira

Definizione Vīra = eroico Il sentimento del coraggio, si tratta di un rasa rajasico. Vīra-Rasa è il terreno fertile su cui maturano il coraggio dell’azione e del cambiamento dà fiducia e porta alla trasformazione personale Spiegazione Può capitare di trovarci sguarniti di forza, non avere la forza di guardare a ciò che la vita ci pone di fronte, oppure  a … Continua a leggere

L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – l’arrivo dell’autunno#5 pratica di inizio autunno (Vata-Kapha)

Diapositiva15

  L’autunno è anche la stagione dell’ultima frutta e gli ultimi fuochi  della Natura. Dagli alberi la linfa scende gradualmente le foglie si trasformano in mille colori, cadono  e vengono spazzate via dal vento, le giornate si accorciano e la temperatura scende continua a leggere autunno_5) Articoli correlati: tutti gli articoli di Ayurveda Yoga&stagioni: l’autunno

La pratica Yoga | Raudra Rasa o il Sapore della rabbia – l’affermazione di me

raudra

Definizione Raudra Rasa raffigura la Rabbia, è un’emozione molto intensa e Rajasica, legata all’elemento Fuoco. Si manifesta in diverse forme, dalla frustrazione, irritabilità, alla furia, ci si sente offesi, delusi, può portare alla violenza. La rabbia genera un dispendio energetico significativo  colpisce profondamente il corpo sottile. (continua a leggere RAUDRA_RASA Articoli correlati:  Shringara Rasa o il  Sapore dell’apertura del cuore,  La pratica Yoga – … Continua a leggere

Il Maestro Franco Bertossa – il pensiero e la pratica

Perché, a prescindere, esiste qualcosa invece che nulla?     Articoli correlati: Essere – nulla. Il divario incolmabile e l’illuminazione …