Introduzione allo Yoga Darshana di Raphael

In questi ultimi anni si è parlato spesso, a proposito e a sproposito, di Yoga; anzi, questa parola è stata talmente profanata che oggi se ne diffida persino, anche se poi non si sa esattamente che cosa veramente voglia dire. La parola Yoga deriva dalla radice yuj che denota l’”atto di aggiogare” e, nel nostro caso specifico, risolvere le turbolenze … Continua a leggere

Tāpah l’ardore che accende e…

Tāpah l’ardore che accende e orienta

orienta Agni: l’energia del calore interiore Agni in sanscrito significa fuoco simboleggia tanto uno dei cinque elementi grossolani, la Divinità vedica del fuoco e anche il fuoco sacrificale. Nel corpo umano Agni indica il fuoco digestivo che permette l’assimilazione degli alimenti e l’eliminazione delle tossine. In forma più sottile Agni aiuta anche ad assimilare le informazioni e gli stimoli esterni per trasformarli in conoscenza. Nell’Ayurveda vengono classificati diversi tipi di Agni. Si riconosce che Agni … Continua a leggere

Lo stato di Samyama o l’equilibrio non inventato…

 Patanjali, Yoga Sutra, Vibhûti Pâda,3 libro III 3. Tad-éva-artha-màtra-nirbhàsam svarùpash ûnyam iva samâdhih. Quando la mente ha esperienza dell’Assoluto si ha il Samâdhih  . III.4. Trayam ékatra samyamah. Quando Dhâranâsu, Dhyânam e Samâdhih sono applicati insieme formano Samyama o l’equilibrio che si consegue quando si è in relazione diretta con ciò che apprende senza l’intervento del pensiero: istante diretto non limitato … Continua a leggere

Samâdhih: la meditazione contemplativa …

 la centratura-perfetta nello stato-di-unità  L’ultima sezione che Patanjali ci presenta è Samâdhih. La focalizzazione prolungata della coscienza così affinata  su di un punto si trasforma naturalmente in Samâdhih. Non ci sono più soggetto/oggetto, ma centratura-perfetta nello stato riconosciuto come unita’ . Questo è lo stato unità.  3.3 Tad-éva-artha-màtra-nirbhàsam svarùpashûnyam iva samâdhih. Questo veramente è lo scopo, come se la mente fosse … Continua a leggere

Prânâyâmah: la pratica del respiro naturale…

Yoga Sutra, Patanjali, Secondo libro  Sàdhana Pâda – Il libro della Strategia: La quarta sezione Patanjali nel definire âsana  non parla di particolari posizioni da assumere ma entra nel merito dell’essenza della posizione-stessa e dice che deve essere stabile pervasa da un sentimento di non-sforzo, analogamente quando prende in esame il Prânâyâmah non enumera i vari esercizi che possono portare … Continua a leggere

Lo spazio di passaggio per gli organi di senso (Indriya)

Lo Yoga è una Via che ci apre e ci mantiene aperti in un ambito che ha funzione di passaggio e relazione. Questo spazio interiore in cui sorprendentemente ci troviamo già-immersi è un luogo di passaggio per i sensi (Indriya) pregno di intensità e importante perchè è in esso che si presenta la forma vera dello sguardo…. La dinamica degli … Continua a leggere

Lo sviluppo dei Niyamas…

consiste in cinque processi… Il primo Niyama: Shauchât – Chiarezza con sé stessi 2.40 – Shauchât svânga-jugupsâ parair a-samsargah Questa parola significa: pulizia,  purezza, chiarezza. Bisogna essere chiari con se stessi.   Yoga-Sutra, Patanjali, Secondo Libro,  Sàdhana Pâda, La Via della strategia La chiarezza può essere di due tipi: interna ed esterna, verso l’esterno evitando di produrre il male in ogni forma verso l’interno … Continua a leggere

Yoga e l’arrivo dell’autunno#2

  Proseguiamo il nostro percorso di ricerca di equilibrio con l’aiuto dello Yoga e dell’Ayurveda per il  naturale cambio di stagione: l’autunno. (vedi Attraversare le stagioni con lo Yoga e l’Ayurveda: l’autunno – #1)  (continua a leggere) *** Articoli correlati: Attraversare le stagioni con lo Yoga e l’Ayurveda: l’autunno – #1, Scheda tecnica 17.1: Dinacharya il benessere attraverso il rituale quotidiano … Continua a leggere

Patanjali – Yoga Sutra, Aforisma 4.20

Aforisma– 4.20 – Ekasamaye chobhayanavadharanam Simultaneamente “uno-solo”, la certezza di cogliere nello stesso tempo la non –percezione dell’uno e dell’altro. Patanjali, Yoga Sutra,Quarto Libro Kaivalya Pada , La Via della libertà *** N.B.: Questa interpretazione è personale e NON vuole essere né una traduzione né un commento, in quanto non sono una specialista in sanscrito, si tratta di una tappa lungo il mio … Continua a leggere