La pratica Yoga | Vira Rasa o il Sapore della forza interiore del coraggio

vira

Definizione Vīra = eroico Il sentimento del coraggio, si tratta di un rasa rajasico. Vīra-Rasa è il terreno fertile su cui maturano il coraggio dell’azione e del cambiamento dà fiducia e porta alla trasformazione personale Spiegazione Può capitare di trovarci sguarniti di forza, non avere la forza di guardare a ciò che la vita ci pone di fronte, oppure  a … Continua a leggere

Yoga con l’approccio Ayurvedico – pratica di inizio autunno (Vata-Kapha)

DSCN4106

L’autunno è anche la stagione dell’ultima frutta e gli ultimi fuochi  della Natura. Dagli alberi la linfa scende gradualmente le foglie si trasformano in mille colori, cadono  e vengono spazzate via dal vento, le giornate si accorciano e la temperatura scende . (continua a leggere Yoga autunno_inizio) Articoli correlati: tutti gli articoli di Ayurveda Yoga&stagioni: l’autunno

La pratica Yoga | Raudra Rasa o il Sapore della rabbia – l’affermazione di me

raudra

Definizione Raudra Rasa raffigura la Rabbia, è un’emozione molto intensa e Rajasica, legata all’elemento Fuoco. Si manifesta in diverse forme, dalla frustrazione, irritabilità, alla furia, ci si sente offesi, delusi, può portare alla violenza. La rabbia genera un dispendio energetico significativo  colpisce profondamente il corpo sottile. (continua a leggere RAUDRA_RASA Articoli correlati:  Shringara Rasa o il  Sapore dell’apertura del cuore,  La pratica Yoga – … Continua a leggere

Non esiste il luogo adatto…

20190921_145457

Non esiste il luogo adatto, uno dove stare bene quando i pensieri ti si affollano nella mente, o ti ritrovi con le convinzioni  che per anni ti hanno accompagnato che  vacillano o se dentro di te il respiro è affannoso, agitato, tremante… Allora diventa fondamentale prendersi cura di se stessi. Questi sono i momenti in cui mi metto a praticare … Continua a leggere

Per quando la vita ti mette alle strette…

sp

Ci sono momenti nella vita in cui devi  prendere  decisioni importanti in cui il cuore è trafitto… così  è  stato  questo periodo per me. Come faccio di solito  in queste vette di sofferenza, oltre che a praticare molto, mi siedo  in un luogo sacro, una chiesa vicino a casa mia,  che  sempre  ha accolto i miei momenti bui…. Dall’interno sento … Continua a leggere

Hatha-Yoga in Ascolto – Liv. Introduzione .1 – Adho Mukha Svanasana

Una pratica offerta nello spirito di Parampara (la conoscenza attraverso il filo ininterrotto dei Maestri) Questa pratica  è disponibile online nello spirito della comunità open source per tutti coloro che la useranno nel loro cammino verso Viveka (la saggezza discriminante) e Svatantra (lo sviluppo di una pratica personale e autonoma). Buona pratica!  

L’immobilità in Asana

Un principio importante in in asana è quello di immobilità. Immobilità non come comunemente la  intendiamo, l’immobilità in rapporto ad un movimento, ma l’immobilità assoluta. In asana,  il movimento va in direzione dell’immobilità, dalla periferia verso il centro. Questa immobilità in asana , la si ottiene solo dopo un’adeguata preparazione, all’interno di una prestabilita posizione ed  è una sospensione di … Continua a leggere

Il tempo interiore…

luce

Come posso intuire, come posso  entrare in relazione con asana? come posso conoscere le parole del corpo i gesti nascosti che stanno dietro ad essa?I gesti, i sapori che mi possono aiutare quando sento sofferenza, ’ansia o l’inquietudine di una ricerca… ? Il momento centrale della pratica è contrassegnato dall’ascolto, dal rispetto delle pause, dalle attese del cuore-fisico, del corpo, … Continua a leggere

Qualcosa che fa parte di noi: la pesantezza d’animo…

Nell’asana si segue il corpo. Si segue la respirazione che riflette il ritmo naturale del corpo.Questa respirazione deve essere semplice, moderata. Si respira senza eccessi, senza sforzi ,naturalmente. Il flusso d’aria deve essere costante,senza scosse si può parlare qui di sottigliezza, di qualità del respiro. Si crede a torto di dover inspirare ed espirare molta aria. Non è vero. La cosa … Continua a leggere

La chiave è la respirazione

albero

Si crede a torto di dover inspirare ed espirare molta aria. Non è vero. La cosa più importante non è la quantità d’aria che si inspira o si espira . l’essenziale è la coscienza del flusso d’aria, la relazione con il flusso d’aria. Questa relazione deve essere costante, ininterrotta. Quando questa relazione esiste, il movimento del mentale si quieta.  Il … Continua a leggere