Qui e ora…

1665103839

Lo si sente menzionare di continuo e non c’è peggior consiglio di pratica perché spesso lascia il praticante in un’impressione vaga … potrebbe essere anche un compassionevole upaya ma solo se succede una scoperta  che non è da immaginare ma un assaporarsi nel proprio qui. Proprio adesso ora. “Ora” quando? Siamo qui, non da un’altra parte. Questo tempo, questo presente … Continua a leggere

La Vita nel momento stesso in cui si svolge, né prima né dopo… (cit.: Maestro Gerard Blitz)

1596807567

Quando si entra nella sala di yoga non si può pretendere di riuscire a staccare istantaneamente dal vortice frenetico della giornata, per questo è importante arrivare cinque dieci minuti prima dell’inizio della lezione per avere la possibilità di deporre l’agitazione mentale della giornata  e lasciare andare la pretesa di entrare subito nell’ascolto e questo vale anche, naturalmente, per quando pratichiamo a … Continua a leggere

Le asana il passaggio dalla mente dell’azione alla mente dell’ascolto#3

as

  âsana come  posizioni del corpo Il punto di inizio per âsana è l’ascolto Il punto di arrivo dell’ âsana è l’ascolto Il percorso tra i due avviene attraverso l’ascolto Ma l’ascolto perchè? L’ascolto è il criterio più antico su cui si basa lo Yoga per mettere ordine rispetto al turbinio della mente (vritti) Yoga Sūtra,Patañjali, Samâdhi Pâda   1.2. Yogashchittavrittinirodhah Si ha lo … Continua a leggere

Non esiste il luogo adatto…

20190921_145457

Non esiste il luogo adatto, uno dove stare bene quando i pensieri ti si affollano nella mente, o ti ritrovi con le convinzioni  che per anni ti hanno accompagnato che  vacillano o se dentro di te il respiro è affannoso, agitato, tremante… Allora diventa fondamentale prendersi cura di se stessi. Questi sono i momenti in cui mi metto a praticare … Continua a leggere

L’immobilità in âsana intesa come posizione seduta: il senso di equilibrio della colonna

Presentazione standard1

  Il primo obbiettivo in âsana intesa come posizione seduta è quello dell’  immobilità dello stare fermi, dove il corpo non disturba. Quando si intende âsana  come posizioni del corpo e praticate in ascolto profondo il movimento va in direzione dell’immobilità: dalla periferia verso il centro (cit. Gerard Blitz). Mentre quando intendiamo  âsana come posizione seduta di meditazione, l’immobilità che … Continua a leggere

Il tempo interiore…

luce

Come posso intuire, come posso  entrare in relazione con asana? come posso conoscere le parole del corpo i gesti nascosti che stanno dietro ad essa?I gesti, i sapori che mi possono aiutare quando sento sofferenza, ’ansia o l’inquietudine di una ricerca… ? Il momento centrale della pratica è contrassegnato dall’ascolto, dal rispetto delle pause, dalle attese del cuore-fisico, del corpo, … Continua a leggere

IL FILO DELL’ESPERIENZA apprendere la Via dell’Ascolto – Livello Introduzione

Salve a tutti, in questo video vi presento una semplice sequenza di Asana, per chi di voi desidera continuare la pratica in questo periodo in cui non riusciamo a praticare insieme. Per la pratica assumiamo due principi del M.Gérard Blitz il corpo ha una sua intelligenza ha una sua sapienza e va ascoltato gli effetti asana non dipendono dal copiare … Continua a leggere

Il cammino misterioso che porta all’interno

Fare esperienza della nostra interiorità è faticoso, richiede tempo, a volte impaurisce perché ci caliamo in aspetti di noi che non vorremmo vedere. La nostra interiorità è un tessuto sì, fragile,  ma rafforzabile, e non solo attingendo alla razionalità ma attraverso ciò che è l’esperienza di una spontaneità-originaria nella quale si manifesta la saggezza: dimensione ineliminabile della condizione umana e … Continua a leggere

Qualcosa che fa parte di noi: la pesantezza d’animo…

Nell’asana si segue il corpo. Si segue la respirazione che riflette il ritmo naturale del corpo.Questa respirazione deve essere semplice, moderata. Si respira senza eccessi, senza sforzi ,naturalmente. Il flusso d’aria deve essere costante,senza scosse si può parlare qui di sottigliezza, di qualità del respiro. Si crede a torto di dover inspirare ed espirare molta aria. Non è vero. La cosa … Continua a leggere