Domande

Punto interrogativo

Cosa fare quando il dolore ti attanaglia? La vita è movimento con alti e bassi e questi sono inevitabili, quindi come navigarci dentro  “liberi “nel dolore? In questo modo  ci interroghiamo direttamente sul nostro “rapporto” con quelle “punte di dolore” che ci feriscono dentro. Si tratta di stare… stare… stare…, su quel dolore per riuscire a “rinunciare ad esso”,  è … Continua a leggere

L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – l’arrivo della primavera

fiori

Ogni stagione è un appuntamento con la Natura e con se stessi, un invito a connettersi pienamente alle qualità, ai ritmi della Vita… e ad accogliere le proprie alternanze articolo correlato  L’impostazione Yoga e l’Ayurveda – l’arrivo della primavera

Rallentando se stessi

115

Una disciplina di preparazione all’ ascolto e alla lentezza molto vicino alla cristallizzazione di una immobilità. Abbandonarsi a questa e compenetrarsene, rallentando se stessi è l’avvicinamento alla prossimità di sé ma questo richiede disciplina e tanta tanta pazienza. Allora in una quasi oscurità e silenzio…senza nessuno sforzo si stabilisce una pace profonda e se c’è un luogo sacro è proprio … Continua a leggere

Tutto in un attimo di esperienza – toccare il nucleo che ha il sapore di sé

Diapositiva5

Cosa vuol dire toccare il sapore di sé? Significa la fusione tra il senso di individualità e il cosmico. Si ha esperienza del sapore di sé quando tutto tace, quando c’è una sospensione dei movimenti  sensoriali e dei mulinelli mentali, quando c’è il silenzio dell’io, quando tace la voce dentro di noi che dice: IO. In quello stato  noi abbiamo … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Possiamo usare il sistema dei cakra come meditazione di guarigione? Certo. Ma come ho già avuto modo di dire Non bisogna mai però perdere di vista lo scopo dello yoga e della meditazione che, non sono terapie, ma hanno il fine ultimo di creare le condizioni per l’avvicinamento alla fonte della coscienza, che può rivelare qualche cosa di fondamentale di … Continua a leggere

Escludere la periferia di se-stessi

buddha

Come già anticipato nell’articolo ”Educarci a distinguere la nostra storia dallo spazio che solo osserva” meditare non è stare in ciò che in noi si sente frustrato, che ha vissuto delle mancanze da bambino… o quello che sta facendo un lavoro che non vorrebbe fare o che non si sente amato ecc… quella è la nostra storia alla quale, dobbiamo … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Cosa significa essere spirituale? Si Vive, si vive così, poi un giorno per qualche ragione si sente, non so, una frase, si vede un particolare panorama ecc.. ti viene una  domanda  che non ti sei mai fatto ecc.. tutto questo risveglia un altro modo di sentire.  Sono questi i momenti in cui  accade che  facciamo conoscenza in noi di un sentire che … Continua a leggere

Parlando di Raja Yoga  

Blitz1

“Raja Yoga è lo Yoga di ogni istante. Lo yoga della relazione con gli altri, con sé stessi  e con tutti gli avvenimenti della vita. L’Hatha Yoga prepara il Raja Yoga. Quando la nostra mente è centrata – dunque il contrario di dispersa – lo stato di yoga diviene percepibile. Non è questo un percorso che ci porta a sentirci … Continua a leggere

Domande

Punto interrogativo

Delle volte capita di vedere le situazioni in maniera diversa, con una mente più aperta e anche più positiva. Poi quei momenti scompaiono e si ritorna nuovamente a vedere tutto come si è sempre visto, con gli schemi mentali di sempre. Perché accade? Dal mio punto di vista per motivi vari accade che naturalmente si crei uno stato mentale di … Continua a leggere