Incontri….#2

ortensia_giovinezza2.jpg

Nel buddismo Zen l`arte di vedere nella nostra vera natura, senza affidarsi all`intelletto, è lo Za-zen, che letteralmente vuol dire meditazione seduta…si tratta del richiamo alla spiritualità…

Della parola spiritualità, al giorno d’oggi, il solo senso che si conosce, è quello associato alla  religiosità, a seguito dell’utilizzo che ne è stato fatto dalla nostra tradizione… in realtà si tratta di una parola antica che sta ad indicare: nel senso, nella direzione, nella natura dello spirito… La dimensione spirituale interiore non necessariamente deve  basarsi su di una religione, anche se ogni religione può implicare una sua spiritualità…Come è potuto accadere, che nella nostra società sia andato  perduto il significato originario di spirituale/spiritualità?

 è possibile recuperarlo? Come?

quali sono le ritualità dello spirituale oggi?

che sia l’happy hour?

***

Articolo correlato: Incontri#1

Incontri….#2ultima modifica: 2010-03-18T08:50:00+01:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Incontri….#2

  1. secondo me non è andato del tutto perduto…ognuno ha dentro di se la propria spiritualità..qualcosa che in realtà non è definibile perchè troppo personale..qualcosa di cui si possono tracciare solamente alcuni punti comuni perchè poi è tutta da vivere. Sicuramente siamo in una società che non invita alla riflessione e alla ricerca di se stessi, questo ci deve portare sempre di più a ritagliarci un piccolo spazio tutto nostro che ci permetta di non farci perdere il contanto con il nostro io più profondo.

I commenti sono chiusi.