Meditazione all’alba con Prāṇa Mudrā

fase 2 prana mudraSistematevi nella posizione seduta avendo cura di utilizzare tutti i supporti che vi sono necessari per avere una posizione comoda e stabile (vedi scheda tecnica n.1 e 26)

La pratica di Prāṇa  Mudrā

chiudete gli occhi, utilizzate sempre la respirazione addominale ed iniziate il percorso di Prāṇa Mudrā (vedi scheda tecnica Yoga e Stagioni/primavera#3), al termine adagiate le mani in Dhyàna Mudrā (palmi uno sopra l’altro rivolti verso l’alto).

La meditazione

Con Prāṇa Mudrā avete creato le condizioni di sensibilità per il passaggio alla meditazione. Mantenete gli occhi chiusi, e restate a lungo nella sensazione di immobilità del corpo. Ora portate l’attenzione per molti respiri sul movimento della respirazione addominale.

  • INSPIRATE e fate esperienza dell’espansione dello spazio interno
  • ESPIRATE sentite come sia il corpo intero che sta espirando come il corpo si apre e lascia andare il peso sulla base di appoggio
  • Man mano che restate con l’attenzione sul respiro sentite come aumenta l’immobilità del corpo
  • non fate nulla solo osservate quando vi distraete ritornate ad osservare il respiro continuate in questo modo per tutta la durate della meditazione
Meditazione all’alba con Prāṇa Mudrāultima modifica: 2015-04-29T11:50:09+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Meditazione all’alba con Prāṇa Mudrā

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*