Per terminare la stagione invernale e incontrare la luce dell’inizio della primavera….

ioIn autunno, il Vâta dosha rende sensibili al vento, al freddo e allo stress e, al termine della stagione invernale il Kapha dosha progressivamente si è accumulato. Per rilanciare l’energia che si è assopita vi propongo due esercizi che risvegliano il corpo. Con le lunghe notti invernali e il tempo piovoso, il Kapha dosha accumulato si esprime in noi attraverso questi aspetti:  ‘letargia, che ci induce  come in uno stato di “ibernazione” ” o fa desiderare di restare tranquillamente al caldo a casa, e …non fare nulla …Per ritrovare un buon livello energetico, l’organismo ha bisogno di regolarità, in po ‘di calore ed una stimolazione delicata, dolce.

 Ecco due proposte per raggiungere questo risultato.

Il canto dei Bija mantra del sole e saluto al sole

Si può accompagnare la pratica del saluto il sole con il canto dei Bija  e dei Mantra solari. Il canto può essere utilizzato in due modalità:

  1. mentre si eseguono le posizioni
  2. restando fermi all’inizio del saluto, in piedi con le mani in Namaskara Mudra (equivale al saluto Gasshō nel buddhismo) .

Per ottenere l’effetto che a noi interessa consiglio di salmodiare i Bija  e i Mantra del Saluto, in piedi,fermi, con le mani in Namaskara mudra e con gli occhi chiusi senza la pratica della sequenza del Surya Namaskara .

I sei Bija e Mantra solari sono:

  1. Bija – Om hrāṁ – mantra – Om Mitraya Namaha
  2. Bija -Om hrīṁ-  mantra – Om Ravaye Namaha
  3. Bija -Om hrūṁ-  mantra – Om Suryaya NamahaNamaha
  4. Bija -Om hraiṁ- mantra – Om Bhanave Namaha
  5. Bija -Om hrāuṁ – mantra – Om KhaganaNamaha
  6. Bija -Om hraḥ- mantra – Om Pushne Namaha
  7. Bija – Om hrāṁ- mantra – Om Hiranya Garbhaya Namaha
  8. Bija -Om hrīṁ-  mantra – Om Marichaye Namaha
  9. Bija -Om hrūṁ – mantra – Om Adityaya Namaha
  10. Bija -Om hraiṁ – mantra – Om Savitre Namaha
  11. Bija -Om hrāuṁ – mantra – Om Arkaya Namaha
  12. Bija -Om hraḥ- mantra – Om Bhaskaraya Namaha

Ascolta:

Trâtaka – Fissare una fiamma per lo sviluppo della luce interiore

  • Al mattino o alla sera, ponete una candela accesa alla distanza circa 1,50 cm di fronte a voi
  • La fiamma di piccole dimensioni  ponetela in modo che non vi siano correnti d’aria, la fiamma deve essere ferma.
  • Sedetevi con la colonna allineata, collo disteso e rilassato, spalle abbassate, il viso di fronte alla fiamma.
  • Fissate il centro della fiamma, per qualche minuto (da 1 a 3 minuti) mantenendo lo sguardo immobile e cercando di sbattere il meno possibile gli occhi .
  • Poi chiudete gli occhi e visualizzate l’immagine della fiamma il piu possibile.
  • Quando l’immagine scompare aprite gli occhi.
  • Ripetere altre due volte.
  • Questa tecnica sviluppa l’attenzione, dà calma, dona una buona qualità del sonno …

3.1. Fissare con calma e concentrazione un piccolo oggetto finché non compaiono le lacrime. Questo è chiamato Trâtaka dagli Âchârya.

3.2 Trâtaka, che guarisce le malattie degli occhi e vince la pigrizia, deve essere custodito segretamente, come si farebbe con uno scrigno d’oro.

Hatha Yoga Pradīpikā di  Swatmarama

 candela(fig.1)

Shiva Linga Mudra

Il termine mudra significa “sigillo” o “impronta”Qui designa il gesto che ha lo scopo di sigillare l’energia  in modo che rimanga all’interno del corpo

Per questo motivo il Shiva Linga Mudra  si esegue dopo Trâtaka per aumentarne l’effetto e conservandolo nel corpo produce stabilità.

  • Mettete la mano sinistra in senso orizzontale, palmo rivolto verso l’alto .
  • Mettere la mano destra sul palmo della sinistra, chiudete a pugno, sollevate il pollice verso l’alto.

mudra bn(fig.2)

Buona Pratica!

Per terminare la stagione invernale e incontrare la luce dell’inizio della primavera….ultima modifica: 2017-03-15T18:09:56+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*