…il profondo respiro…

 della cura del corpo…

In tutte le culture la cura del corpo è sinonimo di salute e benessere. L’attenzione che rivolgiamo al corpo è un regalo rivolto a noi stessi, troppo spesso lo dimentichiamo, condizionati come siamo dai numerosi appuntamenti e dalla mancanza di tempo, e non troviamo un momento per fermarci. Le fragranze raggiungono direttamente la mente e il corpo e possono vitalizzarci, calmarci o rasserenarci, tutti abbiamo sappiamo quanto un profumo possa ricordarci una situazione vissuta in passato riuscendo a evocare in noi le stessi emozioni provate in quel momento.

Questo vuole essere un piccolo consiglio per la sera prima di coricarsi, non richiede molto tempo, non è molto dispendioso e …non è faticoso. Dopo un bagno, che ci dona una piacevole sensazione di pulizia e freschezza, con l’aiuto degli oli-essenziali possiamo riportare il nostro corpo e la mente in una condizione equilibrata.

Le essenze alle quali possiamo ricorrere sono:

  •  arancio amaro
  •  mandarino
  •  camomilla romana

Come utilizzarle:

  •  lasciar cadere qualche goccia di olio puro su di una mano, strofinate assieme le mani,  poi massaggiate le seguenti parti del corpo:
  •   prima tutta la pianta dei piedi
  •   poi sul plesso solare (sterno-cuore)
  •   infine sui polsi

Queste essenze, hanno un effetto calmante immediato, la distensione che ne segue favorisce particolarmente il ristabilirsi della respirazione-naturale.

Non ho indicato volutamente alcuna marca in particolare perché non voglio fare nessun tipo di pubblicità, darò solo alcune indicazioni, che dal mio punto di vista, aiutano a scegliere un olio essenziale di qualità.

Caratteristiche necessarie:

  • indicazione di olio puro al 100%
  •  indicazione di non contenente sostanze a base sintetica
  •  provenienza da coltivazioni biologiche
  •  estrazione a pressione a freddo
  •  non diluito con altre sostanze che ne abbassano la qualità
  •  un prezzo alto non è sinonimo di qualità

Chiedete sempre di odorare il prodotto prima di acquistarlo, ascoltate la prima sensazione che percepite, sentite quanto è gradito all’olfatto, notate se vi da un leggero fastidio alla testa, generalmente quando un prodotto non è naturale si avverte mal di testa…Fate molta attenzione perché al giorno d’oggi è facile “costruire” in laboratorio oli essenziali che vengono venduti come “naturali”…

…il profondo respiro…ultima modifica: 2007-07-20T11:40:00+02:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo