Svetasvatara Upanisad

[…] 1. I sostenitori del Brahman dicono: Il Brahman ha forse qualche causa? Donde siamo sorti? In virtù di che cosa viviamo e su che cosa siamo fondati? Dominati da chi, nelle gioie e nei dolori, noi giungiamo alla [attuale] condizione, o conoscitori del Brahman? […] continua a leggere *** Articoli correlati: I limiti della conoscenza umana nelle Upanishad

Cosa significa “distacco” nella pratica Buddhista?

Distacco dal sè? Annullamento dell’io? Distacco dal modo di essere, oppure distacco dal mondo reale? Come risponde il Buddhismo a queste domande, c’è una risposta univoca? Il Buddhismo ha solo un aspetto in comune, il rifiuto del trascendente come risposta al Mistero della vita. Fatto salvo questo all’interno del Buddhismo sono offerte differenti risposte a volte tra di loro contraddittorie, … Continua a leggere

L’ultimo dei Cantori di Carpino…

Antonio Piccininno Pastore e contadino e soprattutto “cantore” eccellente, Piccininno custodisce nella sua voce calda un bagaglio di antiche canzoni che tramanda alle nuove generazioni, così come egli le ha imparate, a suo tempo, dai pastori più grandi, facendo rivivere un mondo lontano ma non perduto nel quale il canto non era spettacolo ma necessità, la necessità  di affermare l’ … Continua a leggere

Gli schemi mistici: Breve introduzione #7

Gli Yantra  Gli Yantra sono gli schemi all’interno dei Cakra che rappresentano in forme semplici i flussi energetici e i movimenti dinamici all’interno di un determinato Cakra e danno le indicazioni di  come i Bijaksara-Mantra debbano essere praticati. Sono gli strumenti di appoggio per la mente in meditazione, orientano  le forze psichiche concentrandole su di un modello che assume varie forme … Continua a leggere