Gerard Blitz… nel centenario della nascita (1912-1990)#1

blitz,yoga,cosapevolezzaQuesto anno ricorre il centenario della nascita del Maestro  Gerard Blitz (1912-1990).Io ho avuto l’opportunità di entrare in contatto con il suo insegnamento tramite i miei Maestri Franco Bertossa e Benfenati Beatrice, suoi allievi diretti che mi hanno trasmesso il respiro dello Yoga di Blitz.  Per l’occasione trascrivo una parte di un piccolo opuscolo, destinato ai suoi insegnanti di Yoga. Si intitola: Yoga. Le regole del gioco, pubblicato in Italia da una sua allieva Carla Sgroi. E’ un articolo molto bello e come sempre Blitz dà ancora la prova di come sia possibile presentare lo Yoga in modo umile e semplice…

Trasmettere è soprattutto un dono… non c’entra nulla con il sapere…

 ***

LA PEDAGOGIA DELLO YOGA

Noi abbiamo visto che l’Hatha-Yoga ci trasforma . Ci libera dai nostri problemi, schiarisce i nostri pensieri, ci decondiziona. Modifica il nostro interesse, l’hatha-yoga è sempre un passaggio indispensabile. Esso rende più facile l’accesso a tutto.

Quanto appena detto è vero soprattutto per l’insegnamento stesso dello Yoga, bisogna soprattutto e prima di tutto, passare per la nostra propria trasformazione. Per essere capaci di insegnare, è la qualità di essere dell’insegnante che è essenziale. Non il suo sapere. Il sapere viene dopo. La conoscenza giusta dello yoga nasce dalla trasformazione. Man mano che la conoscenza si sviluppa, si scopre ciò che è. Lo yoga non è una scienza astratta o teorica. Non si tratta di applicare una tecnica, un metodo o un sistema. Lo yoga è una presa di coscienza di ciò che già esiste. Si scoprirà ciò che è a dei livelli sempre più profondi e più sottili.

La via dell’insegnamento dello yoga passa dunque soprattutto e prima di tutto attraverso un lavoro su voi stessi. Voi dovrete in questo, essere aiutati da qualcuno che vi guiderà e con il quale troverete una relazione giusta. Questa via è, lo ripetiamo difficile e cosparsa di ostacoli. Il vostro interesse per lo yoga sarà messo a dura prova. Ci saranno degli alti e dei bassi, Ma anche i momenti difficili, le prove più dure vi aiuteranno. A poco a poco, vi trasformerete. E’ da questa metamorfosi, da questo capovolgimento interiore, che nascerà la vostra crescita, il vostro bisogno di insegnare. Per insegnare lo yoga, non può essere altrimenti, non vi è altra via. Solo la vostra propria trasformazione può fare di voi un insegnante di yoga.

Soprattutto non dovete basarvi unicamente sul sapere. Noi siamo sempre tentati di farlo  perché è la sola via che conosciamo. Noi cerchiamo di accumulare più informazioni possibili. Noi cerchiamo di assicurarci, memorizzare, di conservare queste informazioni, di accumularle. Ma diffidate: la via del sapere da sola non serve. Direi quasi il contrario. Essa può costituire un ostacolo. Siate dunque senza alcuna inquietudine. Se seguite la via della vostra propria esperienza, non avrete alcun problema. Tutte le risposte vi saranno date. Esse verranno a mano a mano che le situazioni  (sempre differenti) si presenteranno durante l’insegnamento. E’ importante non fraintendere l’utilizzo che potete fare della vostra esperienza. Essa servirà unicamente alla vostra evoluzione. Essa non può essere considerata come un criterio valido per gli altri. Non perdete mai di vista questo: ogni persona fa un’esperienza differente. Ogni esperienza è nuova tutti i giorni. […]

Yoga. Le regole del gioco, Gerard Blitz, pag.57-58 Ed.1991

***

Articoli correlati: Lo yoga è un mezzo concreto, Fare propria la condizione Yoga, il ruolo del Maestro, Il maestro Gerard Blitz, l’insegnamento del Buddha e lo Yoga

Alcune delle Scuole di Yoga che seguono e propongono l’insegnamento del Maestro Gerard Blitz, quelle che mancano è perché non ne ho notizia: Asia Bologna, Asia ModenaAssociazione Raja Yoga italiaCentro Studi Yoga VersiliaMaria TosiAssociazione Fior d’Aliso

Gerard Blitz… nel centenario della nascita (1912-1990)#1ultima modifica: 2012-04-16T17:20:00+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Gerard Blitz… nel centenario della nascita (1912-1990)#1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *