La Vita nel momento stesso in cui si svolge, né prima né dopo… (cit.: Maestro Gerard Blitz)

1596807567

Quando si entra nella sala di yoga non si può pretendere di riuscire a staccare istantaneamente dal vortice frenetico della giornata, per questo è importante arrivare cinque dieci minuti prima dell’inizio della lezione per avere la possibilità di deporre l’agitazione mentale della giornata  e lasciare andare la pretesa di entrare subito nell’ascolto e questo vale anche, naturalmente, per quando pratichiamo a … Continua a leggere

Il tempo interiore…

luce

Come posso intuire, come posso  entrare in relazione con asana? come posso conoscere le parole del corpo i gesti nascosti che stanno dietro ad essa?I gesti, i sapori che mi possono aiutare quando sento sofferenza, ’ansia o l’inquietudine di una ricerca… ? Il momento centrale della pratica è contrassegnato dall’ascolto, dal rispetto delle pause, dalle attese del cuore-fisico, del corpo, … Continua a leggere

IL FILO DELL’ESPERIENZA apprendere la Via dell’Ascolto – Livello Introduzione

Salve a tutti, in questo video vi presento una semplice sequenza di Asana, per chi di voi desidera continuare la pratica in questo periodo in cui non riusciamo a praticare insieme. Per la pratica assumiamo due principi del M.Gérard Blitz il corpo ha una sua intelligenza ha una sua sapienza e va ascoltato gli effetti asana non dipendono dal copiare … Continua a leggere

Il Maestro Gérard Blitz (1912-1990): nel trentennale della morte

images

La domanda che noi possiamo porci è di sapere perché pratichiamo lo yoga. La risposta  a questa domanda è semplice: lo yoga è un mezzo per permetterci di apprezzare meglio la vita.Lo yoga  è un mezzo concreto. Chiaro e preciso. Non vi è  nessun mistero in questa pratica. Non vi è alcun posto per l’ immaginazione. Sappiamo che facendo una … Continua a leggere

Gérard Blitz – Per trasformarci interiormente

images

Per trasformarci interiormente , non possiamo agire direttamente. Possiamo solo farlo in modo indiretto. Non possiamo che creare le condizioni perché una trasformazione possa avvenire in modo spontaneo. A questo fine, non possiamo che levare gli ostacoli che s’oppongo al cambiamento. Gérard Blitz (Maestro Yoga e monaco Zen 1912-1990)

Qualcosa che fa parte di noi: la pesantezza d’animo…

Nell’asana si segue il corpo. Si segue la respirazione che riflette il ritmo naturale del corpo.Questa respirazione deve essere semplice, moderata. Si respira senza eccessi, senza sforzi ,naturalmente. Il flusso d’aria deve essere costante,senza scosse si può parlare qui di sottigliezza, di qualità del respiro. Si crede a torto di dover inspirare ed espirare molta aria. Non è vero. La cosa … Continua a leggere

Una motivazione, una mente, un corpo…

DSCN3986a

C’è una  disarmonia nel ritmo tra il funzionamento della mente e quella del corpo. Questa disarmonia è la base di quello che al giorno d’oggi sono chiamati problemi psicosomatici.…. La consapevolezza mentale è superficiale. Si adatta ad ogni situazione. Essa  è effimera e scompare per ricostruirsi ad  ogni istante  su un nuovo soggetto di interesse. E’ necessario stabilizzare la mente. … Continua a leggere

Nell’ambito della propria ricerca spirituale

Nell’ambito della propria ricerca spirituale, copiare, adeguarsi, non ha alcun senso. Nella pratica non si copia una forma che ci viene proposta dall’esterno. Ciò che trasforma è la nostra capacità di attenzione, la presenza che permette di cogliere l’unicità e l’irripetibilità di ogni gesto, di ogni esperienza. Questa capacità di attenzione, di ascolto, va coltivata, rafforzata. Inizialmente essa non può … Continua a leggere

In ricordo del Maestro Gérard Blitz….

E’ con le parole piene di riconoscenza e affetto di questo articolo (rivista Yoga n.39/1990) scritto da Renata Angelini e Moiz Palaci, allievi diretti del Maestro Gérard Blitz, che ringrazio di cuore, voglio ricordare in questo giorno la ricorrenza della sua morte avvenuta i primi minuti del 4 marzo 1990. articolo:e morto un poeta