Qualcosa che fa parte di noi: la pesantezza d’animo…

Nell’asana si segue il corpo. Si segue la respirazione che riflette il ritmo naturale del corpo.Questa respirazione deve essere semplice, moderata. Si respira senza eccessi, senza sforzi ,naturalmente. Il flusso d’aria deve essere costante,senza scosse si può parlare qui di sottigliezza, di qualità del respiro. Si crede a torto di dover inspirare ed espirare molta aria. Non è vero. La cosa … Continua a leggere

La calma inutile… nel quotidiano…

046_0001

Cerchiamo la pace, la calma dal continuo flusso di pensieri, si cerca la meditazione e la pratica dello yoga perché sembrano offrirci questa possibilità. Ci vengono insegnate delle tecniche e fino a quando siamo calati in meditazione o si è ad un ritiro questo sembra funzionare. Non siamo più così coinvolti dai pensieri, la calma ci pervade, viviamo momenti intuitivi … Continua a leggere

Calma e discernimento… Śamatha e Vipaśyana

…il cuore della pratica buddista nella pratica dello Yoga e della meditazione… Bologna – Chiesa Santa Lucia – autunno 2002 – particolare .. calmare la mente…senza penetrare profondamente la realtà…produce solo ottundimento…Śamatha porta alla calma e alla centratura-mentale, necessaria per penetrare e discernere-Vipaśyana, la saggezza-profonda… Nella pratica dello Yoga nella sequenza di āsana Śamatha: quando si eseguono le asana nella continua attenzione all’allineamento, all’equilibrio, … Continua a leggere