Calma e discernimento… Śamatha e Vipaśyana

…il cuore della pratica buddista nella pratica dello Yoga e della meditazione…chiesa Santa Lucia - autunno 2002 particolare colonna.jpg

Bologna – Chiesa Santa Lucia – autunno 2002 – particolare

.. calmare la mente…senza penetrare profondamente la realtà…produce solo ottundimento…Śamatha porta alla calma e alla centratura-mentale, necessaria per penetrare e discernere-Vipaśyana, la saggezza-profonda…

Nella pratica dello Yoga nella sequenza di āsana

Śamatha: quando si eseguono le asana nella continua attenzione all’allineamento, all’equilibrio, ai bisogni del corpo…

Vipaśyana: quando ci chiediamo come

  • imparare ad intensificare…quando è il momento?
  • imparare ad aspettare… mantenendo?
  • imparare ad uscire…quando è appropriato?

è una strada che si affronta con una forte motivazione al Vero, più che al benessere a tutti i costi: non è difficile iniziare un corso di Yoga di questo tipo, ma se non siamo motivati a capire come stanno veramente le cose, è difficile stare dentro allo stato meditativo e scavarci….interrogare là dove il sentire è più denso, dove nasce IO: al principio della mente….

Nel cammino verso la non sofferenza tutte le tradizioni dicono che la pace della mente, la stabilità della mente sono indispensabili per percepire la Sorgente che è in noi, la nostra Capacità di Vita

Gerard Blitz  

Nella pratica della meditazione (posizione seduta)

  • Śamatha: quando sediamo a gambe incrociate e poniamo l’attenzione sul respiro
  • Vipaśyana: quando ci domandiamo: chi sta meditando?

 ***

Immagine fonte: ls

Calma e discernimento… Śamatha e Vipaśyanaultima modifica: 2010-12-06T09:51:00+01:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *