I simboli della mente non intellettuale

Breve  introduzione #6

I Bījaksara-Mantra dei Cakra

 

Immagine Bija OK.jpgBija (seme)-Mantra e  Bijaksara-Mantra

(sillabe-seme)

in che senso differiscono? 

Un BIja-Mantra è un Mantra che contiene un Bija. Il Bija (in generale) appare all’inizio del suo Mantra ed è  la causa principale o la fonte del il BIja-Mantra stesso

  • Bija è una parola sanscrita che significa:  seme, causa principale, principio, fonte, origine, verità, parola chiave che apre l’anima.
  • Mantra un suono che ha il potere di far cambiare lo stato della mente. La radice Man in sanscrito significa: pensare profondamente, meditare e tra supporto, protezione

Un Bija è il germe o l’origine di qualsiasi composizione, o qualcosa che serve da recipiente o da sostegno, e soprattutto è la lettera o la sillaba che costituisce la parte essenziale del Mantra,  è il suono: imperituro, uno ed eterno. Alcuni di questi suoni non sono traducibili ma sono conosciuti come BIjaksara o radice dei suoni. Il BIjaksara si riferisce in particolare alla prima sillaba di un Mantra. La parola Bijaksara  significa: sillaba-seme ed è un altro nome per indicare l’Assoluto, il Brahman, è una parola  composta da:

  • A= non
  • ksa= distruggere, morire

ha vari significati:

  • seme
  • lettera
  • scrittura
  • parola
  • discorso
  • sillaba
  • vocale
  • suono
  • che non può morire
  • incorruttibile
  • inalterabile
  • che è oltre il tempo e lo spazio

 Si dice che coloro che conoscono come lavorare sui Cakra siano in grado di visualizzare il Brahman nei sette Cakra del corpo utilizzando il Bijaksara-Mantra corrispondente. I Bijaksara-Mantra rappresentano il corpo delle vibrazioni interne che si rivelano ai praticanti quando sono profondamente assorbiti in meditazione, Tali vibrazioni sono state riprodotte in lettere dell’alfabeto sanscrito, questa è una delle ragioni per cui il sanscrito viene definito il linguaggio della meditazione. Questi suoni sono differenti secondo il Cakra che è coinvolto ed  hanno il potere di aprire la mente ad uno stato adatto alla meditazione profonda.

Si possono suddividere in due categorie:

  1. Matrikas (lettere matriche): suoni basilari, elencati nell’ordine dell’alfabeto sanscrito e collocati sui petali di ogni singolo  Cakra.
  2. BijaksaraMantra collocati sugli stami interni dei Cakra.

Vi sono moltissimi Bīja-Mantra quelli che sono trattati in questo articolo sono i Bijaksara-Mantra relativi ai Cakra, inseriti all’interno dei Cakra  in forme o diagrammi chiamati Yantra.

Ogni I Bijaksara-Mantrarappresenta l’essenza del Cakra ad esso collegato, non hanno significato grammaticale non possono essere capiti intellettualmente, o attraverso la lettura di un testo in quanto sono esperienze intuitive, è necessario ripetere il Mantra fino a quando esso si svela nella dimensione coscienziale (in questo aspetto possono essere paragonati al raffinato sistema dei Koan nello Zen) sono i simboli della mente non intellettuale.

Ogni Bijaksara-Mantra è associato ad ha un proprio Cakra, Mantra ed elemento.

Bijaksara

Mantra Cakra Elemento
Lam Prthivyai Namah Mooladhara terra
Vam Jalaya Namah Swadhisthana acqua
Ram Agnye Namah Manipura fuoco
Yam Vayave Namah Anahata aria
Ham Akasaya Namah Vishuddhi etere
Om Atmaya Namah Ajna mente

Pratica:

  • Preparare una posizione comoda (vedi Scheda Tecnica n.1)
  • le mani possono essere adagiate delicatamente sul Cakra associato o tenute nella posizione a cui si è abituati

Possono essere praticati in tre modi secondo il livello di profondità e le indicazioni del Maestro:

  1. Ad alta voce ripetutamente durante l’espiro
  2. In un bisbiglio
  3. Mentalmente in silenzio ripetendo interiormente il Mantra

In tutti gli insegnamenti esoterici le lettere e le parole sono investite di grande potere ed energia che si rivela solo quando la parola è intonata correttamente.

 (N.B. una più approfondita comprensione deve sempre essere guidata da Maestri qualificati, non rientra come tale in questo articolo in cui viene brevemente accennato) 

***

 

Articoli correlati: tutti gli articoli sul Corpo-Sottile

I simboli della mente non intellettualeultima modifica: 2013-08-08T06:09:00+00:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*