Un antico maestro disse…

“Le montagne, i fiumi, la terra intera,  tutta la moltitudine dei fenomeni  non sono altro che te stesso” Se  potessi assorbire l’essenza di questo messaggio, non ci sarebbero attività al di fuori della meditazione: ti vestiresti in meditazione e mangeresti in meditazione; cammineresti, ti alzeresti in piedi, ti siederesti e ti sdraieresti in meditazione; percepiresti ed avresti cognizione in meditazione; avvertiresti … Continua a leggere

Che cosa resta di affidabile e credibile al giorno d’oggi?

  Non  è mai troppo presto per insegnare ai figli ad accettare chi è diverso  […]  (continua a leggere )

Il ricercatore spirituale: Roberto Assagioli

Due furono i momenti particolarmente duri nella sua vita: la persecuzione e l’imprigionamento come ebreo e pacifista e la morte del figlio Ilario all’età di 28 anni. Dal primo evento, un mese di carcere, scaturi il breve scritto “Libertà in prigione”, di cui riporto il seguente brano: “Mi resi conto che ero libero di assumere un atteggiamento o un altro … Continua a leggere

Ode alla vita ….di Martha Medeiros

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce. Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare … Continua a leggere

Crampi come farli passare…

ed evitarli!…. consigli pratici Nello yoga spesso le parti interessate sono:i polpacci e i piedi. I crampi si manifestano con un dolore intenso, il muscolo diventa rigido e sofferente, può rilassarsi in alcuni secondi, lasciando il posto a dolori sordi che durano alcuni minuti ancora, oppure essere passeggero, è possibile che si ripeta più volte nell’arco di una giornata. (continua a leggere: i … Continua a leggere

Per non dimenticare…

è possibile la pace senza un lavoro di consapevolezza su noi stessi? Donne torturate con bastoni, coltelli, baionette esplose dentro i loro corpi rimasti senza vagina, vescica, retto. Ragazze alle quali  devo dire: mademoiselle, lei non ha più un apparato genitale […] Agnes è un raggio di luce: 33 anni, sei figli l’ultimo nato dallo stupro. Rapita vicino al campo … Continua a leggere

E’ il mistero dell’esistenza …

ad avere una sorta di impenetrabilità….e quindi ad affascinare, e a dare anche senso all’esistenza a un vivere in maniera intensa il limite conoscitivo, come monaci laici…Morandi e i passaggi difficili del mistero dell’esistenza…che non tutti sono  disposti ad effettuare.  Giorgio Morandi (1890-1964) Museo d’Arte Moderna di Bologna fino al 13 Aprile 2009   *** Con quale atteggiamento accostarsi a queste opere? le … Continua a leggere

Scheda 11.1

. . . . . . . . Yoga per gli occhi: elasticità, rilassamento e concentrazione Una buona vista si accompagna ad una buona capacità di messa a fuoco che richiede una buona elasticità del cristallino e dei muscoli ciliari che devono essere regolarmente esercitati, ecco un esercizio yoga per gli occhi molto semplice e molto utile… (per leggere tutta la … Continua a leggere

Come farsi del male…

Citazione

  per non dire semplicemente “grazie” o “mi dispiace clessidra.jpg

 La vita è sempre oggi e oggi abbiamo bisogno del nostro dolore per fare amicizia con noi stessi, per fare pace con le nostre mancanze e per superare il nostro antico senso di mancanza. Molte persone credono di aver bisogno di libertà quando sono già libere e rinviano il loro impegno personale nella vita negando che vorrebbero amore e non “libertà” e ignorando il fatto che nella vita adulta l’amore che si riceve non può soddisfare il bisogno non soddisfatto nell’infanzia. Molte persone sentono di “dover fare” tante cose senza però arrivare mai a capire cosa vogliono davvero fare e cosa possono davvero fare. Continuano a fare “qualcosa” senza impegnarsi a costruire una buona vita, giorno per giorno. Molte persone passano la vita a convincersi di “essere state ferite” e a “sentirsi ferite” e a “reagire” a tali “ingiustizie”.

Chiudono il cuore, la mente e magari anche i genitali pur di non cedere, pur di non dire “mi dispiace” e tornare liberi di dire “grazie”.In genere le persone non vogliono accettare una cosa semplicissima, cioè che la loro vita è fatta soprattutto di tanti “grazie” e di tanti “mi dispiace”.Il percorso analitico non cura nessuna malattia, ma aiuta solo a volersi bene, a voler bene e a rinunciare alle pretese e alle illusioni. Aiuta a dire “grazie” e “mi dispiace”.

  G. Ravaglia: su http://risorse-psicoterapia.org/Gr.md.htm

Nella vita avvertiamo un senso di confusione….

Nella vita avvertiamo un senso di confusione – che sembra confusione -, ma che fa venir fuori qualcosa che vale la pena di esplorare. Le domande che ci poniamo in mezzo alla confusione sono formidabili; sono interrogativi  davvero radicati. Ci chiediamo: Chi sono io? Che cosa sono? Che cos’è questo? Che cos’è la vita? E così via. Poi andiamo avanti … Continua a leggere