Ciò che è chiamato esistente, esiste….

Siccome la natura propria di tutte le entità non è nelle cause, né nelle condizioni, individuali, né nella aggregazione delle casue e condizioni, né in qualsivoglia entità, in altre parole, non in tutti questi dunque,l tutte le entità sono vuote di una loro natura propria (“vuote” sta a significare che la natura propria indipendente è assente) Ciò che è chiamato … Continua a leggere

101 Storie Zen: 36. Pioggia di fiori

 Subhuti era discepolo di Buddha. Era capace di capire la potenza del vuoto, il punto di vista che nulla esiste se non nei suoi rapporti di soggettività e di oggettività. Un giorno Subhuti, in uno stato d’animo di vuoto sublime, era seduto sotto un albero. Dei fiori cominciarono a cadergli tutt’intorno. «Ti stiamo lodando per il tuo discorso sul vuoto» … Continua a leggere

La vacuità come esperienza interiore…

Il Culasunnatasutta è un sutra molto importante che si trova in tutti e tre i Canoni Buddhisti esistenti (Vinaya, Sutta, Abhidamma). Il Buddha in questo sutra entra nel dettaglio sulla dottrina della vacuità come esperienza interiore. “Certamente, o Ānanda, tu hai ben udito, ben appreso, ben inteso e ben ritenuto le mie parole. Adesso, come allora, o Ānanda, io dimoro … Continua a leggere