Śrī Nathamuni (824 – 924 dc) il Saggio silente

Durante la seconda metà del 9° secolo d.c. e l’inizio del 10°(824-924), visse nella città di Srirangam, nei pressi di Trichinopoly, uno studioso erudito Vaishnavita chiamato Ranganathacharya, e più comunemente conosciuto come Śrī Nathamuni, o il saggio Natha,  probabilmente un discendente dei primi immigrati Vaishnava. La storia racconta che Śrī Nathamuni mentre era al tempio del Dio Vishnu di Mannargudi,(Chidambaram … Continua a leggere

Sādhana Prânâyâma consigli#2

iBook1280x600

La pratica del Prânâyâma collega il praticante agli aspetti più sottili di Dhâranâsu  Se vogliamo andare verso una Sādhana Prânâyâma, evitare di mangiare troppo e dormire troppo, ma evitate anche il contrario, anche il ritmo irregolare della vita è un ostacolo per lo Yoga, così come il cibo malsano e il lavoro mentale eccessivo. Un neofita NON deve praticare la ritenzione del … Continua a leggere

Ciò che io dico non deve significare…

[…] Ciò che io dico non deve significare che voi dobbiate respingere la quieta  tranquillità o soprattutto che voi dobbiate cercarvi una occupazione nella  quale possiate continuare la vostra pratica. Ciò che è degno della massima  attenzione è il puro esercizio dei Koan che né sa della quiete e  dell’attività, né cosciente di esse. Quindi questo significa che il monaco  che … Continua a leggere

Abhyantara vrtti (o Puraka): l’inspirazione

images (1)

il movimento del non-fare Abhyantara vrtti (altri testi utilizzano il termine Puraka) e nel suo insieme può essere tradotto come portare verso l’interno Abhy= verso, direzione Antar= interiore Vrtti= movimento Questa è la fase del respiro che consiste nel fare entrare il prāṇa all’interno di noi stessi. Solitamente Abhyantara vrtti (l’inspirazione) la si allunga, difficilmente la si forza. Durante l’inspirazione lasciamo che … Continua a leggere

La pratica dello Yoga

013

La pratica dello Yoga è un oggetto complesso costituito da vari stadi. Ogni stadio deve essere chiaro allo studente (il sadhaka) ma spesso gli allievi sono confusi nella loro pratica personale. Forse, in primo luogo, ci sono il dubbio e la confusione a proposito dello Yoga in generale e della pratica in particolare, la cui esecuzione può creare molti problemi. … Continua a leggere