Sādhana Prânâyâma consigli#2

iBook1280x600

La pratica del Prânâyâma collega il praticante agli aspetti più sottili di Dhâranâsu 

Se vogliamo andare verso una Sādhana Prânâyâma, evitare di mangiare troppo e dormire troppo, ma evitate anche il contrario, anche il ritmo irregolare della vita è un ostacolo per lo Yoga, così come il cibo malsano e il lavoro mentale eccessivo.

Un neofita NON deve praticare la ritenzione del respiro.

Se praticate Kumbhaka la ritenzione del respiro e questa viene ad incidere in qualche modo sulla qualità dell’inspiro e dell’espiro e sul vostro rapporto con quel il flusso allora non ha alcun senso la pratica, utilizzate la ritenzione solo quando vi aiuta ad essere nel-respiro, solo se vi aiuta a sentire il respiro e ciò che sta accadendo all’interno del corpo.

Buona pratica!

***

Articoli correlati: la disciplina del respiro e buon sensoSādhana Prânâyâma consigli#1,

Sādhana Prânâyâma consigli#2ultima modifica: 2015-01-23T11:15:02+01:00da loresansav1
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Sādhana Prânâyâma consigli#2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *