Nell’ambito della propria ricerca spirituale

Nell’ambito della propria ricerca spirituale, copiare, adeguarsi, non ha alcun senso. Nella pratica non si copia una forma che ci viene proposta dall’esterno. Ciò che trasforma è la nostra capacità di attenzione, la presenza che permette di cogliere l’unicità e l’irripetibilità di ogni gesto, di ogni esperienza. Questa capacità di attenzione, di ascolto, va coltivata, rafforzata. Inizialmente essa non può … Continua a leggere

Quarta nobile verità : la verità del sentiero

 La verità del sentiero C’è il modo per far cessare la sofferenza: l’ottuplice sentiero .. Questa modalità deve essere praticata e coltivata. E’ l’accesso alla pratica del dharma * * * Articoli correlati: Le 4 Nobili Verità: Cattari Ariya Saccani, corsi,  C’è sofferenza/ dolore

Il valore della dottrina di Buddha: lo stolto ed il savio

copertina

[…]tre sono, o monaci i segni di stoltezza, le manifestazioni di stoltezza, le tracce di stoltezza dello stolto: quali tre? Ecco, o monaci: lo stolto pensa cattivi pensieri, parla cattive parole, fa cattive azioni. Se, o monaci, lo stolto non pensasse cattivi pensieri, non parlasse cattive parole, non facesse cattive azioni, in che modo i savi lo riconoscerebbero: “uno stolto … Continua a leggere

Ho vissuto abbastanza?

rose 1

ho vissuto abbastanza? ho amato abbastanza? ho considerato abbastanza la giusta azione, sono giunta a qualche conclusione? ho provato la felicità con sufficiente gratitudine? ho sopportato la solitudine con grazia? dico questo, o forse lo sto solo pensando. in realtà probabilmente penso troppo. poi esco in giardino, dove il giardiniere, che si dice sia un uomo semplice, sta curando le … Continua a leggere