Il Sutra del Diamante:

 Vajracchedikā-prajñāpāramitā-sūtra  (frontespizio che apre l’antico manoscritto originale del sutra del diamante) […] Come una stella, un difetto visivo, una lampada, un gioco di prestigio, la rugiada, una bolla d’acqua, un sogno, un lampo e una nuvola: vedi così tutti i fenomeni composti [continua a leggere]

Subhuti, tutti i cercatori di verità …

 dovrebbero formulare un’intenzione pura e libera dando luogo a quest’intenzione, dovrebbero farlo con questo spirito: senza contare sulle forme,  né sui suoni, né sugli odori, né su ciò che si può toccare, né sugli oggetti mentali. Dovrebbero formulare un’intenzione con il cuore che non dimora da alcuna parte”… (Sutra del diamante)