Il Calendario dell’Avvento

Vi propongo un’idea molto semplice che riprende la tradizione del calendario dell’avvento, che tutti i bambini, giovani e meno giovani, nei paesi di tradizione cristiana conoscono bene. Ho pensato di usarlo per noi ” adulti nello yoga “… per renderlo qualcosa di universale per questo periodo di preparazione interiore, che si tratti della preparazione per il Natale come una festa … Continua a leggere

Il Maestro Franco Bertossa – il pensiero e la pratica

Perché, a prescindere, esiste qualcosa invece che nulla?     Articoli correlati: Essere – nulla. Il divario incolmabile e l’illuminazione …

Il dire dei giorni crepuscolari…

In giorni crepuscolari, di un dire-crepuscolare incontrai un Maestro e la sua peculiare-pratica.  Quale ringraziamento sarà mai possibile per chi ti ha insegnato un cammino così caratteristico? E’ possibile ringraziare? Ho incontrato il mio Maestro Franco Bertossa 23 anni fa…e da allora quante volte è accaduto di sedermi sullo zafu sofferente quando solo il flusso del respiro era dolore puro … Continua a leggere

Lo Yoga è un mezzo concreto…

  Lo yoga è un mezzo concreto. Chiaro e preciso. Non vi è nessun mistero in questa pratica. Non vi è alcun posto per l’ immaginazione. Sappiamo che facendo una determinazione azione otteniamo un determinato effetto. La scienza moderna, quella legata alla fisiologia e la neurofisiologia , conferma quanto già detto dai grandi Maestri dello Yoga del passato. Essenzialmente lo … Continua a leggere

La Meditazione…

alle origini del domandare di Franco Bertossa […]  Oggi si vive nella pseudo libertà da un “Dio morto” e nella luce, con pretese onnicomprensive, del “tribunale della ragione” e dell’oggettivismo scientifico. Ciò a molti non basta. Come riaprire la questione? Riesumando Dio? No, non verrebbe accettato. Dunque? Occorre ripartire da sé. Come? (continua a leggere)

Il mio primo Koan fu “wu”…

[…] A diciannove anni, mi trovavo nel monastero di Ling-yin quando feci conoscenza con l’annalista Lai di Ch’u-chou. Egli mi diede questo consiglio: “Il tuo metodo è privo di vita e non approderà a nulla. Vi è un dualismo, in esso: tu tratti movimento e quiescenza come due poli separati di pensiero. Per esercitarti adeguatamente nello Zen tu dovresti nutrire … Continua a leggere

Il Maestro Franco Bertossa…

 Essere – nulla. Il divario incolmabile e l’illuminazione … Il Maestro Franco Bertossa […] perché esistere si mostri come un fatto non banale, dobbiamo provare a porci nel divario incolmabile. Divario incolmabile tra niente e qualcosa. Qualsiasi cosa sia, qualcosa è il contrario di niente. Niente –qualcosa ¨ in mezzo un divario incolmabile”. Cosa vuol dire “divario incolmabile”? Vuol dire che … Continua a leggere

Se siete interessati ad approfondire queste domande…

Cosa è la mente? Come viene indagata la mente? E cosa è quella sua specialissima capacità di sapere di sé, del mondo, di essere “cosciente” ?  La questione della coscienza ci riguarda da molto vicino. Un accesso diretto alla coscienza come quello della meditazione insegnata dal Maestro Bertossa può rappresentare un sentiero diretto, verso la conoscenza “in prima persona” di … Continua a leggere